Parte il Maratea Film Festival 2017

Ernesto Lama con Nunzia Schiavo e Gaia Bassi presentano un corto dal titolo ” Un voto all’italiana ” per la regia di Paolo Sassanelli.

Questo slideshow richiede JavaScript.

E’ partito ieri il Maratea film Festival con la conferenza stampa di presentazione e proseguirà fino al 29 luglio 2017, nella straordinaria location di Maratea (Potenza).

La rassegna, prodotta dalla Lucana Film Commission, quest’anno si presenta con molte proiezioni, incontri con i personaggi noti del mondo del cinema e tanti dibattiti formativi. Un’iniziativa di grande pregio attraverso la quale si offre la possibilità ai tanti talentuosi giovani film-maker di questa terra d’incontrare illustri attori e registi con i quali sviluppare future collaborazioni.

 Grandi nomi per le giornate del Maratea Film Festival: da una signora del cinema internazionale come Ornella Muti ad attori amatissimi come Emilio Solfrizzi, Christian De Sica, Leonardo Pieraccioni, Valerio Mastandrea, Sergio Castellitto, Margaret Mazzantini, Valeria Golino, Carolina Crescentini e Ambra Angiolini fino a protagonisti del piccolo e del grande schermo come Gaia Amaral, Cristina Donadio, Alessia Ventura, Giovanni Anzaldo, Daniela Marra, Alice Bellagamba e Francesco Ferdinandi.

Durante le cinque serate verranno consegnati dei premi realizzati dal maestro orafo Michele Affidato e sarà disponibile il servizio LIS.

 
Di seguito il programma completo della manifestazione

 

LUNEDI’ 24 LUGLIO
Ore 12.00: conferenza stampa di apertura e presentazione della manifestazione (Piazzetta del Porto di Maratea)

 
MARTEDI’ 25 LUGLIO
Serata di apertura
Ore 20.30 Apertura della Manifestazione e breve dibattito sul settore cinematografico: Cinema, turismo e food experience con Angelo Bencivenga di FEEM (Fondazione Eni Enrico Mattei).
Ore 21.00 Cantiere Lucano | Vetrina dei fermenti del cinema regionale
Robert Vignola e il muto in Basilicata (Teaser 6’)
Dialogo con Michele Carmelo Marino sindaco di Trivigno, Sara Lorusso e Michele Scioscia di Effenove S.r.l.
Bloody River – regia di Tural Manafov (Usa) sceneggiato e interpretato da Giuseppe Santochirico (Anteprima italiana) 21’
Portrait of a land – regia di Silvio Giordano (Spot 4’)
Ore 22.00 “Stelle sotto le stelle: talenti del cinema a favore di pubblico”. Dialogo con Ambra Angiolini e Leonardo Pieraccioni. Presentano la serata Claudio Guerini e Carolina Rey.
Ore 23.00 “A tutto Cinema: sguardi su quel che si muove” L’utile meraviglia. Gli orti saraceni di Tricarico di Prospero Bentivenga 26’
La Signora Matilde. Gossip dal Medioevo – regia di Marco Melluso 70’

 

MERCOLEDÌ 26 LUGLIO
Ore 20.30 Apertura della Manifestazione “Cantiere Lucano | Vetrina dei fermenti del cinema regionale” Crabs (Trailer 2’) regia di Giuseppe Marco Albano
Interno 8 – regia di Dino Santoro 20’
Paride regia di Carlos Solito 20’
Un voto all’italiana regia di Paolo Sassanelli 16’
Saranno presenti gli attori Nunzia Schiavo, Ernesto Lama e Gaia Bassi

Ore 22.00 “Stelle sotto le stelle: talenti del cinema a favore di pubblico”. Protagonista della serata: l’attrice Ambra Angiolini. Dialogo con Cristina Donadio, Peppe Servillo e Valerio Mastrandrea. Presentano la serata Beppe Convertini ed Eva Immediato
Ore 23.00 “Breve omaggio a Paolo Villaggio” Clip “La voce di Fantozzi” di Mario Sesti 8’
Gli attori Daniela Marra, Giovanni Ansaldo, Alice Bellagamba (nella foto) e Francesco Ferdinadi salutano il pubblico di Maratea
Ore 23.30 “A tutto Cinema: sguardi su quel che si muove” Romeo e Giulietta di Massimo Coppola 56’

 

GIOVEDI’ 27 LUGLIO
Ore 11.00 – 13.00 Masterclass con Sergio Castellitto e Margaret Mazzantini (Riservato esclusivamente a coloro che si registreranno online) Ore 20.00 Apertura della Manifestazione
Breve dibattito con Delio Colangelo di FEEM “Cinema e territorio: impatto economico e turistico dell’audiovisivo in Basilicata”.

Ore 20.30 “Cantiere Lucano | Vetrina dei fermenti del cinema regionale” Formazione per un corto finale. L’esperienza di Unisob e Officine Rambaldi
L’ultimo desiderio 16’
Le Ali velate regia di Nadia Kibout 15’
Presentazione de Il Vangelo secondo Mattei di Antonio Andrisani e Pascal Zullino (Trailer 2’)
Ore 21.30 “Mondo YouTubers”, presenta Janet De Nardis: Cane Secco e Matteo Contessi.
Ore 22.00 “Stelle sotto le stelle: talenti del cinema a favore di pubblico”. Dialogo con Emilio Solfrizzi, presenta la serata Francesca Barra
Le Sorelle di Matera: Armando Lostaglio intervista Cinzia Th Torrini e gli attori Elisabetta Pellini, Nando Irene, Pascal Zullino e Antonio Andrisani
Paride Leporace intervista Sergio Castellitto e Margaret Mazzantini
Ore 23.00 “A tutto Cinema: sguardi su quel che si muove” Contando le formiche regia di Giuliano Cremasco 16’
Fortunata regia di Sergio Castellitto 103’

 

VENERDI’ 28 LUGLIO
Ore 20.00 Apertura della Manifestazione
Concerto Vivas: esibizione dell’Orchestra guidata dal Maestro Pasquale Menchise
Da #Potenza a #Maratea per una Basilicata visibile. Dialogo con Sergio Ragone
Ore 20.30 Cantiere Lucano | Vetrina dei fermenti del cinema regionale
Taranta on the road regia di Salvatore Allocca (Trailer 2’)
Non gioco più regia di Sebastiano Luca Insinga (anteprima lucana) 13’
Migrant Film Festival
Video Mic 3’ e The Invisible Work Force 17’
Ore 21.30 Mondo YouTubers, presenta Janet De Nardis: Daniele Doesn’t Matter e Zootropio.
Ore 22.00 RAI Com e Regione Basilicata presentano il Capodanno televisivo 2017.
Ore 22.30 Il presente e il futuro anteriore dei festival.
Tavola rotonda con: Alberto Barbera – Direttore del Festival di Venezia, Emanuela Martini – Direttore del Festival di Torino, Pedro Armocida – Direttore del Festival di Pesaro, Antonio Monda – Direttore del Festival di Roma, Karel Och- Direttore Karlovy VaryIFF.
Ore 23.00 “Stelle sotto le stelle: talenti del cinema a favore di pubblico”. Dialogo con Carolina Crescentini, Valeria Golino e Gaia Amaral. Presenta la serata Francesca Barra.
Alessia Ventura saluta il pubblico di Maratea.
Ore 23.30 “A tutto Cinema: sguardi su quel che si muove”
Urli e risvegli regia di Nicola Ragone 45’
Matera 15/19- I episodio – regia di Fabrizio Nucci, Nicola Rovito e Alessandro Nucci 52’

 

SABATO 29 LUGLIO
Ore 15.00 Cristian De Sica incontra i giovani attori lucani (Riservato esclusivamente a coloro che si registreranno online).
Ore 19.30 Apertura della Manifestazione “Cantiere Lucano | Vetrina dei fermenti del cinema regionale”
Ho scelto di essere libera Rosmy (videoclip 4’)
Franco Rina racconta Cinemadamare (spot 12’)
8 Giugno 1976 regia di Gianni Saponara (Trailer 2’)
Amore disperato regia di Paolo Sassanelli 21’
Ore 21.00 “Tavola rotonda su Le nuove leggi del cinema italiano” con Nicola Borrelli – D.G. MIBACT, Giampaolo D’Andrea – Capo di Gabinetto Ministro Franceschini, Andrea Occhipinti – Fondatore della Lucky Red, Nicola Giuliano – Presidente INDIGO Film, Stefania Ippoliti – Presidente Italian Film Commissions.
Ore 21.30 “Mondo YouTubers”, presenta Janet De Nardis: Casa Surace.
Presentazione dell’accordo con i produttori indiani di Bollywood
Ore 22.30 “Stelle sotto le stelle: talenti del cinema a favore di pubblico”. Dialogo con Ornella Muti e Cristian De Sica, presentano la serata Valentina Bisti e Savino Zaba
Ore 23.30 “A tutto Cinema: sguardi su quel che si muove”
Wonder Woman regia di Patty Jenkins 141’

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

“Prova ad A…mare” fa il pieno alla seconda Rassegna Estiva S. Margherita Arte e Teatro

Ernesto Lama, mattatore nella serata finale con Gaia Bassi.

Premio S. Margherita Arte e Teatro a Ernesto Lama, Don Sabatino Naddeo, Ciro Casella e Pasquale Capozzoli.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Pubblico delle grandi occasioni sul giardino sagrato della chiesa di S. Margherita a Salerno, dove Ernesto Lama e Gaia Bassi, con l’aiuto musicale di Aniello Palomba alla chitarra e Salvatore Cardona al piano, hanno letteralmente entusiasmato con il loro spettacolo Prova ad A….mare.

Poesie, canzoni, frammenti del teatro di Viviani.

Viviani è la strada: le gioie, i dolori, i colori dell’anima.

La verità, la miseria, l’ingiustizia, marchiò le sue sceneggiature con una lingua scarna, aspra, tagliente, ben lontana da quello stile che faceva del teatro colto un’esclusiva delle classi più agiate, riuscendo perciò a coniugare contenuti molto profondi ad una possibilità di fruibilità da parte di tutti, anche attraverso la previsione di vari livelli di interpretazione delle opere.

Lama è grande cultore dell’artista stabiese.  Si vede che è a suo agio nel raccontarlo e nel rappresentarlo ma la sua forza sta nell’affrontarlo come se non lo conoscesse.

Sa che nel teatro di Viviani trova di tutto.

Inizia con ‘O scugnizzo ‘ che è stato anche l’esordio di Viviani.

Il repertorio continua con un ritmo e una grinta impressionante. Una macchina da guerra.

Cammina spedito ma rispettoso, umile.

Porta allo scoperto le emozioni e i sentimenti.

Spettacolo improvvisato quasi una prova con il pubblico.

Ha in mano la tavolozza e come un pittore sceglie, amalgama, sperimenta i colori giusti ora tenui, ora accesi.

Istrionico, ironico, sarcastico, provocatore.

Con lui in scena l’attrice Gaia Bassi che lo asseconda con grazia, eleganza, cuore, anima, ammirazione.

La voce calda di lei, avvolgente, accarezza il numeroso pubblico presente, circa cinquecento persone, che partecipa con grande entusiasmo. Lama si esalta, lo cattura trascinandolo in un vortice di emozioni.

Non mancano gli applausi a scena aperta.

Lui ha i suoi amici, la sua Gaia, il suo chitarrista Aniello Palomba.

Il trio delle meraviglie è in scena a S. Margherita, ma sente che manca qualcosa: e allora?  Trova tra il pubblico il pezzo “arrangiato ” che mancava: il pianista Cardone, componendo cosi l’ennesimo quadro!

Una tela intrigante, viva, palpitante…Si respira l’arte pura!

Per un artista, l’arte è una necessità che non si può manipolare.

Momenti esilaranti, coinvolgenti, un pubblico in visibilio che li applaude a ripetizione.

Lama prende a pretesto ” I Guappi” e porta Viviani a vivere i giorni nostri.

Lo cala nella nuova realtà, nella nuova frontiera della napoletanità: “i neomelodici.”

Arguto e frizzante si impossessa del tema, spara anatemi.

Analizza i versi di queste “arie” new age.

Cerca di spiegare i significati dei testi e come “cultore ” della materia pensa al testimonial chiamando dalla platea un suo amico che è venuto a vederlo.

“Il malcapitato” cerca di dissuaderlo ma lui non sente ragioni, lo vuole sul palco!

Antonio Speranza, attore professionista di origine salernitane, si impossessa del microfono e ti “spara” una canzone neomelodica.

La nuova frontiera della vecchia sceneggiata è qui.

Pubblico letteralmente piegato in due dalle risate.

E’ finita? Macché!!!!!

Prima un duo da pelle d’oca con la Bassi (Rusella Mia) poi a casa di un prete- siamo sul sagrato della chiesa di S. Margherita-  una poesia di Trilussa, poeta satirico romano, dal titolo “l’Uccelletto in Chiesa”.

Pensa bene di affidare il sonetto, pieno di doppi sensi, all’eleganza della sua “complice” Bassi che con estrema cura porta a compimento l’ardua missione.

Il finale è da incorniciare, una splendida ‘ A rumba de scugnizzi, le voci di entrambi si fondono dipingendo una tela intrisa di colori tenui, delicati, sullo sfondo di una serata fantastica fatta di sentimento, arte, amicizia e affetto.

Un teatro povero dove sono poveri anche i sentimenti.

Il vivianeo ha trionfato anche a Salerno: è lui l’emulo di Viviani!

Splendida artista Gaia Bassi, bravi musicisti Antonio Palomba e Salvatore Cardone.

Trionfo meritato e certificato dagli applausi convinti di un pubblico che ha risposto alla grande riempendo tutte le serate della rassegna.

Presenti alla serata l’Assessore al Bilancio Roberto De Luca e il consigliere Nico Mazzeo.

Il segnale è chiaro. Questa parte della città ha sete di cultura, aggregazione, di grandi eventi.

La rassegna giunta alla seconda edizione vuole crescere e si candida a diventare parte integrante degli eventi cittadini.

Il progetto teatro di 90 posti va realizzato al più presto per non disperdere il patrimonio messo insieme in questi anni con duro lavoro.

Un progetto che vuole dare vita ad un vero e proprio polo per la formazione e la didattica teatrale e delle arti in genere

Il Laboratorio Teatro S. Margherita è necessario per completare la rinascita socio culturale del quartiere che è uno dei più popolosi di Salerno.

Investire in cultura paga.

Questi sono   anche produttivi, a volte, più degli investimenti classici sia in termini economici che sociali.

Una citazione su tante, in chiusura, quella del nostro Leo De Berardinis”…non si può bleffare se c’è una civiltà teatrale, il teatro è una grande forza civile, il teatro toglie la vigliaccheria del vivere, la paura del diverso, dell’altro, dell’ignoto, della vita e della morte…”

LA PROGRAMMAZIONE DEI CINEMA DI SALERNO E PROVINCIA

– The Space Salerno, Viale Antonio Bandiera, 84131 Salerno SA tel. 892 111

The War – Il pianeta delle scimmie

Nonostante la morte di Koba, la guerra scatenata da questi tra le scimmie e gli umani procede senza sosta. I soldati americani, guidati dal Colonnello, vogliono catturare Cesare, geniale condottiero dei primati super-intelligenti, e ristabilire il primato della razza umana.

Orari: 16:50 17:30 18:30 20:00 20:40 21:45

USS Indianapolis

Nel 1945, agli sgoccioli della Seconda Guerra Mondiale, l’incrociatore USS Indianapolis che trasportava in gran segreto una delle due bombe atomiche destinate a mettere fine al conflitto venne affondato da un siluro giapponese al largo delle Filippine. Fu un disastro epocale, oltre che uno smacco terribile per una nave che veniva definita “il carro armato galleggiante” e che si proponeva come un simbolo della potenza bellica americana. USS Indianapolis racconta quel naufragio e la figura del capitano Charles Butler McVay, che si trovò a gestire una situazione tragica da ufficiale di Marina convinto che senza di lui i suoi uomini non contassero niente, ma anche che lui non contasse niente senza di loro.

Orari: 16:50 19:25 22:10

Prima di domani

Samantha si sveglia e crede di avere davanti a sé una giornata speciale, perché è il “giorno dei cupidi” nel suo liceo e perché lei e Rob, il suo ragazzo, hanno in programma una serata importante. La giornata è in verità molto più speciale di quel che crede e si ripeterà uguale a se stessa, come per una sorta di scherzo del destino, finché Sam non capirà come viverla appieno, nel modo giusto: come se fosse l’ultima.

Orari: 17:25 19:45 22:05

Savva

Savva è un ragazzino di dieci anni che vive con la madre in un piccolo villaggio nella foresta. Da tempo immemore gli abitanti sono in balìa di una banda di spietate iene, perché i leggendari lupi bianchi che difendevano i raccolti sembrano essersi dissolti nel nulla. Dopo l’ennesimo attacco, il ragazzino riesce a fuggire nel bosco dove incontra Angee, l’ultimo lupo bianco rimasto in vita, che nasconde un terribile segreto sulle sorti del suo popolo. Insieme partono alla ricerca dell’unico in grado di salvare il villaggio e ciò che rimane del branco di Angee: un mago che vive isolato in cima a una montagna sorvegliata da un esercito di perfide scimmie urlatrici.

Orari: 16:40 18:45

Spider-Man: Homecoming

Peter Parker non riesce a scrollarsi di dosso quanto sia stata incredibile la sua esperienza con gli Avengers in Captain America: Civil War, l’aver conosciuto Tony Stark e avere mantenuto con lui un rapporto speciale, tanto da avere un contatto diretto attraverso il suo assistente Happy Hogan e da aver ricevuto in dono un super-costume. Peter è così innamorato dell’idea di diventare un Avenger da lasciar scivolare in secondo piano anche la ragazza che gli fa battere il cuore, la bella Liz, per andare dietro ai criminali e mostrarsi pronto per la posizione in squadra.

Orari: 16:45 18:50 19:15 19:35 21:20 21:55 2D

20:50 3D

Transformers – L’ultimo cavaliere

I Transfomers, robot alieni dal pianeta Cybertron, vivono tra noi ormai da anni, ma si nascondono dalle forze speciali del governo Usa. Quando un gruppo di ragazzini entra nell’area proibita di Chicago, dove ci fu una grande battaglia nel terzo capitolo della serie, Cade Yaeger interviene a salvarli e riceve da un Transformer vecchissimo e moribondo un antico talismano, che gli si attacca addosso. Yaeger e la giovanissima Izabella sfuggono all’arresto e si rifugiano in una grande discarica di automobili, dove vivono diversi Autobot. Il governo sa che sta arrivando dallo spazio qualcosa di enorme e per fermarlo i suoi funzionari sono disposti a venire a patti con Megatron, liberando alcuni dei suoi più pericolosi Decepticon. Questi danno la caccia a Yaeger, che viene però salvato dal robot maggiordomo Cogman, al servizio di un Lord inglese che intende svelare a Yaeger la storia segreta dei Transformers. Nel suo castello viene convocata anche la professoressa di storia e letteratura Vivian Wembley, la cui dinastia è legata al mistero. Nel mentre Optimus Prime, sul pianeta Cybertron, è stato soggiogato dalla divinità aliena Quintessa, i cui piani per la Terra sono semplicemente apocalittici.

Orari: 20:20

Black Butterfly

Paul è uno scrittore all’impasse. Dipendente dalla bottiglia e da un passato di gloria, vive ritirato in montagna e in attesa di un’illuminazione che non arriva mai. Fino al giorno in cui Jack, fresco di prigione, irrompe letteralmente nella sua vita con uno zaino in spalla e la volontà di aiutarlo a ritrovare estro e parole. Travolto dai debiti e dall’incoraggiamento affatto convenzionale di Jack, Paul scava nel profondo fondo alla ricerca di una storia per un film o per la vita. Nel mondo fuori intanto un’altra donna è scomparsa, una famiglia è disperata, la polizia indaga.

Orari: 22:30

Wish Upon

Una donna getta nella spazzatura un involto, poi torna in casa e si impicca. Sua figlia Clare, una bambina, la scopre mentre sta facendolo, ma non può che assistere impotente al dramma. Anni dopo, la diciassettenne Clare si trova a vivere una situazione non proprio brillante nella scuola che frequenta: è infatti spesso bersaglio di dileggio e pesantezze varie da parte di compagne e compagni più a la page, anche per la professione non troppo glamour del papà che con un socio rovista nei cassonetti alla ricerca di oggetti da riciclare. In più, il ragazzo che le piace non se la fila proprio. Le cose cambiano improvvisamente quando suo papà le regala una vecchia scatola musicale – trovata nella spazzatura – capace, stando a quanto vi è scritto, in cinese, di esaudire sette desideri.

Orari: 17:00 22:20

2:22 – Il destino è già scritto

Dylan Boyd è un controllore di traffico aereo, un incarico di grande responsabilità che svolge però con scioltezza: la sua capacità di vedere e costruire schermi dove altri vedrebbero solo il caos, ne fa l’uomo giusto al posto giusto. Finché un giorno questa abilità non si ritorce contro di lui e fissa ossessivamente la sua mente su una serie di eventi, che sembrano ripetersi dal mattino fino alle ore 2.22. Distratto da questi pensieri finisce quasi per far schiantare tra loro due aerei e viene sospeso dal lavoro. Una sera a teatro conosce Sarah, appena arrivata a New York proprio su uno dei voli che hanno di pochissimo evitato la collisione. Tra i due c’è un immediato feeling, quasi innaturale, ma anche la relazione con lei sembra cadere nello schema di eventi che si ripetono quotidianamente e che pare sfoceranno in una sparatoria alla stazione dei treni. Dylan dovrà trovare la soluzione prima che sia troppo tardi.

Orari: 16:40 19:00

La mummia

Nick Morton è un mercenario che collabora con l’esercito, ruba all’archeologa Jenny Halsey le indicazioni per trovare un’antica tomba e, nel tentativo di salvarla dagli integralisti islamici, finisce per farla bombardare dai droni. Questo apre l’accesso a una enorme grotta in Mesopotamia, dove si trova il sarcofago della principessa egizia Ahmanet, che ha voluto portare il Dio della morte Set sul nostro mondo, ma fu fermata e mummificata prima di completare il rituale. Nick vi entra insieme a Jenny e all’amico Chris, quindi i tre liberano il sarcofago di Ahmanet e lo caricano su un aereo militare, che però i poteri della principessa fanno precipitare su una chiesa in Inghilterra. Jenny si salva dalla caduta, ma Nick dovrebbe sfracellarsi, invece si risveglia in obitorio misteriosamente senza un graffio e con forti allucinazioni che lo attraggono irresistibilmente verso il sarcofago. Basteranno i mezzi dell’organizzazione segreta per cui lavora il dottor Henry Jekyll a spezzare la maledizione della risvegliata e potente principessa Ahmanet?

Orari:  17:40

– Cinema Teatro delle Arti, Via Guerino Grimaldi, 7, 84126 Salerno SA tel. 089 221807

– Cinema San Demetrio, Via Dalmazia, 4, 84123 Salerno SA tel. 089 220489

The War – Il pianeta delle scimmie

Nonostante la morte di Koba, la guerra scatenata da questi tra le scimmie e gli umani procede senza sosta. I soldati americani, guidati dal Colonnello, vogliono catturare Cesare, geniale condottiero dei primati super-intelligenti, e ristabilire il primato della razza umana.

Orari: 18:30 21:30

– Cinema Apollo, Via Michele Vernieri, 26, 84125 Salerno SA tel. 089 233055

Spider-Man: Homecoming

Peter Parker non riesce a scrollarsi di dosso quanto sia stata incredibile la sua esperienza con gli Avengers in Captain America: Civil War, l’aver conosciuto Tony Stark e avere mantenuto con lui un rapporto speciale, tanto da avere un contatto diretto attraverso il suo assistente Happy Hogan e da aver ricevuto in dono un super-costume. Peter è così innamorato dell’idea di diventare un Avenger da lasciar scivolare in secondo piano anche la ragazza che gli fa battere il cuore, la bella Liz, per andare dietro ai criminali e mostrarsi pronto per la posizione in squadra.

Orari: 19:00 21:30

– Cinema Duel, Centro Commerciale Maximall, Via Pacinotti, 84098 Località Scontrafata, Pontecagnano Faiano SA tel. 089 384918

The War – Il pianeta delle scimmie

Nonostante la morte di Koba, la guerra scatenata da questi tra le scimmie e gli umani procede senza sosta. I soldati americani, guidati dal Colonnello, vogliono catturare Cesare, geniale condottiero dei primati super-intelligenti, e ristabilire il primato della razza umana.

Orari: 18:00 19:00 21:00 22:00

USS Indianapolis

Nel 1945, agli sgoccioli della Seconda Guerra Mondiale, l’incrociatore USS Indianapolis che trasportava in gran segreto una delle due bombe atomiche destinate a mettere fine al conflitto venne affondato da un siluro giapponese al largo delle Filippine. Fu un disastro epocale, oltre che uno smacco terribile per una nave che veniva definita “il carro armato galleggiante” e che si proponeva come un simbolo della potenza bellica americana. USS Indianapolis racconta quel naufragio e la figura del capitano Charles Butler McVay, che si trovò a gestire una situazione tragica da ufficiale di Marina convinto che senza di lui i suoi uomini non contassero niente, ma anche che lui non contasse niente senza di loro.

Orari: 18:10 21:30

Spider-Man: Homecoming

Peter Parker non riesce a scrollarsi di dosso quanto sia stata incredibile la sua esperienza con gli Avengers in Captain America: Civil War, l’aver conosciuto Tony Stark e avere mantenuto con lui un rapporto speciale, tanto da avere un contatto diretto attraverso il suo assistente Happy Hogan e da aver ricevuto in dono un super-costume. Peter è così innamorato dell’idea di diventare un Avenger da lasciar scivolare in secondo piano anche la ragazza che gli fa battere il cuore, la bella Liz, per andare dietro ai criminali e mostrarsi pronto per la posizione in squadra.

Orari: 18:15 19:30 21:00 22:00

La tenerezza

Lorenzo è un anziano avvocato appena sopravvissuto ad un infarto. Vive da solo a Napoli in una bella casa del centro, da quando la moglie è morta e i due figli adulti, Elena e Saverio, si sono allontanati. O è stato lui ad allontanarli? Al suo rientro dall’ospedale, Lorenzo trova sulle scale davanti alla propria porta Michela, una giovane donna solare e sorridente che si è chiusa fuori casa, cui l’avvocato dà il modo di rientrare dal cortile sul retro che i due appartamenti condividono. Quella condivisione degli spazi è destinata a non finire: Michela e la sua famiglia – il marito Fabio, ingegnere del Nord Italia, e i figli Bianca e Davide – entreranno nella vita dell’avvocato con una velocità e una pervasività che sorprenderanno lui stesso. Ma un evento ancor più inaspettato rivoluzionerà quella nuova armonia, creando forse la possibilità per recuperarne una più antica.

Orari: 18:20 20:20 22:20

– Cinema Eduardo De Filippo, Via Taverne, 84043 Agropoli SA tel. 338 309 6807

TEATRO NUOVO

STAGIONE TEATRALE 2017-2018

Nella cornice istituzionale della Sala del Gonfalone del Comune di Salerno, è stata presentata questa mattina la stagione teatrale 2017/2018 del Teatro Nuovo di Salerno. La struttura di Via Valerio Laspro, attiva dal 1990 e dunque ormai storica per la città di Salerno, ha come sempre al centro della propria programmazione il “Cartellone Comico”, che richiama ogni anno oltre 300 abbonati e migliaia di spettatori. Presenti alla conferenza i noti attori Gennaro Morrone e Piero Vitolo (entrambi protagonisti quest’anno al Nuovo) e, in rappresentanza del Nuovo i soci gestori Ugo Piastrella e Ciro Girardi.
Ugo Piastrella, direttore artistico del Nuovo, ha dunque presentato il nuovo cartellone comico: da ottobre a marzo prossimi calcheranno le scene del Nuovo numerosi noti attori e registi del panorama teatrale nazionale. Tra gli altri, Maurizio Casagrande, Monica Sarnelli, Alan De Luca, Lino D’Angiò, Ernesto Lama, Michele La Ginestra, Eduardo Tartaglia, Veronica Mazza, Salvatore Misticone, Gino Cogliandro, Gennaro Morrone, Piero Vitolo e, ovviamente, Ugo Piastrella, Ciro Girardi e gli altri membri storici della stabile del Teatro Nuovo. Dieci gli spettacoli in programma. Abbonamento avrà un costo di 150 euro, ridotto 130 euro per gli over 65 e gli studenti, solo 120 euro per i vecchi abbonati che confermeranno anche quest’anno la loro tessera. Per info e prenotazioni, tel. 089.220886 (botteghino).
Ciro Girardi ha, inoltre, ribadito l’impegno del Nuovo a 360°, ricordando l’esistenza di un affermato laboratorio teatrale presso la struttura (diretto da Carlo Roselli di “Teatri Sospesi”) e annunciando il progetto di creazione di una nuova “leva teatrale”, per rinfoltire i ranghi della Compagnia stabile del Nuovo. In inverno saranno poi presentate le altre rassegne in programma al teatro di Via Laspro.

Ernesto Lama e Gaia Bassi con i ragazzi dei quartieri a salerno

Bellissima iniziativa nell’ambito della II rassegna estiva s. Margherita arte e teatro a Salerno. I due attori domani alle 18 sul sagrato location della manifestazione incontrano i giovani, i ragazzi e la gente del quartiere. Appuntamento culturale, ma anche divertente, che fa da anteprima allo spettacolo previsto per le ore 21.

Nel corso dell’incontro gli artisti intratterranno il pubblico con aneddoti e racconti tra cinema e teatro. L’iniziativa rientra in un percorso formativo ed educativo che mira a coinvolgere ancora di più i quartieri della zona orientale di Salerno lontani dai grandi eventi e per far avvicinare sempre più le periferie al salotto buono della città.

“Siamo contenti della disponibilità degli attori a incontrare i ragazzi,felici di poter offrire questo evento – hanno detto Sabrina Tortorella e Lello Casella direttori artistici della manifestazione – speriamo in un’ampia partecipazione di pubblico attratto dalla curiosità di quello che Lama e Bassi racconteranno e dalla possibilità di scoprire da vicino il mondo del cinema e del teatro”.

Lo spettacolo che verrà rappresentato dopo l’incontro è una messinscena improvvisata, ossia una prova col pubblico. Gli spettatori saranno partecipi del percorso che gli artisti propongono in questa perfomance.

“Prova ad A…mare” con Ernesto Lama e Gaia Bassi è lo spettacolo che chiude la seconda edizione della Rassegna Estiva S. Margherita Arte e Teatro alle ore 21. Lo spettacolo racconta del grande drammaturgo stabiese Raffaele Viviani attraversando i momenti più salienti della sua produzione artistica sia musicale che ovviamente teatrale.

Dagli esordi con “O Scugnizzo”, ai mestieri con “O Tammurraro” per poi passare ai Guappi.

I Guappi di Viviani presi a pretesto per raccontare, in un modo davvero nuovo, la “sceneggiata napoletana”.

Una parodia tragi-comica dei più grandi successi del genere : da “O Festino” di P.Vento e E.A. Mario a “A Legge” per chiudere con “ Cinematografo”, brani qui riproposti in una veste completamente nuova ed originale.

Non mancano pieces teatrali esilaranti come “La Telefonata” di Annibale Ruccello o ancora “La Piuma” di Raffaele Viviani.

“Rea Confessa” di Pisano-Cioffi è l’omaggio del nostro spettacolo al genere della “macchietta” per completare un percorso che ha come leitmotiv il tema dell’Amore .

In definitiva uno spettacolo frizzante brioso di grande impatto con le scene riempite dalla bravura artistica ed umana di Ernesto Lama e Gaia Bassi accompagnati da chitarra e pianoforte per sancire e testimoniare l’arte nella maniera più incisiva quella della spontaneità, della naturalezza, della vita .

GRAN FOLLA PER SANTA MARGHERITA DEI CARAIBI

CONTINUA CON SUCCESSO LA RASSEGNA NEL POPOLOSO RIONE DI SALERNO.

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

Serata caraibica ieri nell’ambito della II Rassegna Estiva Santa Margherita Arte e Teatro.

La Starlight Dance Salerno del maestro Mimmo Borgo ha trasformato l’arena sagrato, location dell’evento,  in una pista dance e tutti hanno voluto provare l’ebrezza del ballo sotto le stelle.

Intorno il profumo dei prodotti tipici preparati dall’Azienda Agricola Carbone attiravano le attenzioni di chi preferiva far “ballare” la bocca per degustare le specialità in bella mostra.

La kermesse continua domani 17 luglio con “Sing and Dance with us!!!” cab-spettacolo in lingua inglese, martedì 18 luglio sarà la volta di Saremo Alberi con lo spettacolo di narrazione “I Quattro Giganti”.

Gran finale mercoledì 19 Luglio con Ernesto Lama e Gaia Bassi, artisti della compagnia di Massimo Ranieri, in un divertente collage di pezzi esilaranti dal titolo “Prova ad A…Mare”.

Gli spettacoli inizieranno alle ore 21.00.

Nel corso della serata saranno assegnati i premi S. Margherita Arte e Teatro.

TANTE RISATE CON “E’ MIRACOL E’ SANTA MARGHERITA”

PREMIO S. MARGHERITA ARTE E TEATRO A SABRINA TORTORELLA E ANGELO CIRILLO

Questo slideshow richiede JavaScript.

Ieri sera all’arena sagrato della chiesa di Santa Margherita è stata la volta della commedia del gruppo “Teatrando Teatro” con “E’ Miracòl e’ Santa Margherita”.

Lo spettacolo ha divertito gli oltre 500 spettatori presenti.

Equivoci e falsi miracoli, in una commedia tutta da ridere, il copione prende spunto da un idea di rivisitare e riadattare un testo di Gaetano Di Maio che alla metà degli anni settanta scrisse per il teatro Sannazzaro, allora diretto dall’attrice Luisa Conte, una notevole quantità di commedie, tutte in dialetto napoletano, e tutte disegnate su misura per quella compagnia che annoverò come protagonisti accanto alla Conte attori affermati quali Nino e Carlo Taranto, Pietro De Vico, Enzo Cannavale ma anche gli allora giovani Giacomo Rizzo, Oscar Di Maio e Giulio Adinolfi. Lo spettacolo dal titolo  “‘E MIRACOL ‘E SANTA MARGHERITA” nella versione attuale è stato ricostruito con onestà intellettuale che ha consentito di riproporre con pulizia un tipo di teatro facilmente contaminabile: L’originale “E’ ASCIUTO PAZZO O’ PARRUCCHIANO” fu scritta, probabilmente, in seguito al grande successo del musical di Garinei e Giovannini AGGIUNGI UN POSTO A TAVOLA, ed è facile immaginare che l’autore si sia ispirato, nel tratteggiare il ruolo di Don Sandro, al Don Silvestro di Johnny Dorelli. Quello che conta, in operazioni come questa, è la buona messinscena e dobbiamo dire che la pulizia della regia e la contagiosa simpatia di Lello Casella, nei panni del sacrestano Modestino, hanno la meglio su tutte le perplessità che comunque affiorano quando a proporsi sono attori di teatro amatoriale. Lo spettacolo diverte il pubblico, grazie anche alla misurata prova della brava Roberta Manzo, così dotata di personalità da consentire al debuttante Enzo Melillo, nell’impegnativo ruolo di Don Sandro, di vivere la scena con grande tranquillità. Divertente il cameo di Vincenzo Citro, un sindaco stralunato che si rianima solo se deve affrontare un discorso politico, essenziale la recitazione dei vari Gianmarco Citro nel ruolo dell’avvocato cugino del prete, di Giuseppina Amato brava caratterista nel ruolo di Donna Bianca cosi come Sabrina Tortorella che regala al personaggio di Celeste mossette ed isterismi da falsa puritana assolutamente irresistibili, debutto positivo anche per Carmine Rinaldi nel ruolo di Menico.

Una citazione a parte meritano i bravi e coraggiosi giovani Marcella Mari (Ninetta), Miriana Scarpa (Angelina), Pia Mari (popolana e cameriera), Giuseppe Noschese (baroncino), Rossella Noschese Gaia De Angelis Maria Pia Gentile e Martina Casaburi (Popolane). Le scene sono state realizzate da Angelo Cirillo e Vincenzo Cipriani, Montaggio Digital-Audio-Video Ciro Casella, Direttrice di Scena Gina De Martino, Paint Designer Sabrina Tortorella, Sartoria Giuseppina Amato, Fotografia Don Sabatino Naddeo.

Consegnati i premi realizzati da “La mia Bottega” di Paolo Sersante ceramisti di tradizione.

“Santa Margherita dei Caraibi” stasera il terzo appuntamento della rassegna dedicata ai balli caraibici.

Lo spettacolo sarà curato dalla “Starlight Dance Salerno” del maestro Mimmo Borgo, DJ Ernesto El Chegue.

Nel corso della serata sarà possibile degustare prodotti tipici delle nostre zone a cura dell’Azienda Agricola Carbone.

LA PROGRAMMAZIONE DEI CINEMA DI SALERNO E PROVINCIA

– The Space Salerno, Viale Antonio Bandiera, 84131 Salerno SA tel. 892 111

The War – Il pianeta delle scimmie

Nonostante la morte di Koba, la guerra scatenata da questi tra le scimmie e gli umani procede senza sosta. I soldati americani, guidati dal Colonnello, vogliono catturare Cesare, geniale condottiero dei primati super-intelligenti, e ristabilire il primato della razza umana.

Orari: 17:05 18:00 18:40 20:20 21:10 21:50 00:20

Spider-Man: Homecoming

Peter Parker non riesce a scrollarsi di dosso quanto sia stata incredibile la sua esperienza con gli Avengers in Captain America: Civil War, l’aver conosciuto Tony Stark e avere mantenuto con lui un rapporto speciale, tanto da avere un contatto diretto attraverso il suo assistente Happy Hogan e da aver ricevuto in dono un super-costume. Peter è così innamorato dell’idea di diventare un Avenger da lasciar scivolare in secondo piano anche la ragazza che gli fa battere il cuore, la bella Liz, per andare dietro ai criminali e mostrarsi pronto per la posizione in squadra.

Orari: 16:45 19:00 19:50 21:00 22:00

Black Butterfly

Paul è uno scrittore all’impasse. Dipendente dalla bottiglia e da un passato di gloria, vive ritirato in montagna e in attesa di un’illuminazione che non arriva mai. Fino al giorno in cui Jack, fresco di prigione, irrompe letteralmente nella sua vita con uno zaino in spalla e la volontà di aiutarlo a ritrovare estro e parole. Travolto dai debiti e dall’incoraggiamento affatto convenzionale di Jack, Paul scava nel profondo fondo alla ricerca di una storia per un film o per la vita. Nel mondo fuori intanto un’altra donna è scomparsa, una famiglia è disperata, la polizia indaga.

Orari: 17:40 20:05 22:20

Wish Upon

Una donna getta nella spazzatura un involto, poi torna in casa e si impicca. Sua figlia Clare, una bambina, la scopre mentre sta facendolo, ma non può che assistere impotente al dramma. Anni dopo, la diciassettenne Clare si trova a vivere una situazione non proprio brillante nella scuola che frequenta: è infatti spesso bersaglio di dileggio e pesantezze varie da parte di compagne e compagni più a la page, anche per la professione non troppo glamour del papà che con un socio rovista nei cassonetti alla ricerca di oggetti da riciclare. In più, il ragazzo che le piace non se la fila proprio. Le cose cambiano improvvisamente quando suo papà le regala una vecchia scatola musicale – trovata nella spazzatura – capace, stando a quanto vi è scritto, in cinese, di esaudire sette desideri.

Orari: 17:50 20:10 22:30

Transformers – L’ultimo cavaliere

I Transfomers, robot alieni dal pianeta Cybertron, vivono tra noi ormai da anni, ma si nascondono dalle forze speciali del governo Usa. Quando un gruppo di ragazzini entra nell’area proibita di Chicago, dove ci fu una grande battaglia nel terzo capitolo della serie, Cade Yaeger interviene a salvarli e riceve da un Transformer vecchissimo e moribondo un antico talismano, che gli si attacca addosso. Yaeger e la giovanissima Izabella sfuggono all’arresto e si rifugiano in una grande discarica di automobili, dove vivono diversi Autobot. Il governo sa che sta arrivando dallo spazio qualcosa di enorme e per fermarlo i suoi funzionari sono disposti a venire a patti con Megatron, liberando alcuni dei suoi più pericolosi Decepticon. Questi danno la caccia a Yaeger, che viene però salvato dal robot maggiordomo Cogman, al servizio di un Lord inglese che intende svelare a Yaeger la storia segreta dei Transformers. Nel suo castello viene convocata anche la professoressa di storia e letteratura Vivian Wembley, la cui dinastia è legata al mistero. Nel mentre Optimus Prime, sul pianeta Cybertron, è stato soggiogato dalla divinità aliena Quintessa, i cui piani per la Terra sono semplicemente apocalittici.

Orari: 18:15 21:40

2:22 – Il destino è già scritto

Dylan Boyd è un controllore di traffico aereo, un incarico di grande responsabilità che svolge però con scioltezza: la sua capacità di vedere e costruire schermi dove altri vedrebbero solo il caos, ne fa l’uomo giusto al posto giusto. Finché un giorno questa abilità non si ritorce contro di lui e fissa ossessivamente la sua mente su una serie di eventi, che sembrano ripetersi dal mattino fino alle ore 2.22. Distratto da questi pensieri finisce quasi per far schiantare tra loro due aerei e viene sospeso dal lavoro. Una sera a teatro conosce Sarah, appena arrivata a New York proprio su uno dei voli che hanno di pochissimo evitato la collisione. Tra i due c’è un immediato feeling, quasi innaturale, ma anche la relazione con lei sembra cadere nello schema di eventi che si ripetono quotidianamente e che pare sfoceranno in una sparatoria alla stazione dei treni. Dylan dovrà trovare la soluzione prima che sia troppo tardi.

Orari: 19:40 22:10

La mummia

Nick Morton è un mercenario che collabora con l’esercito, ruba all’archeologa Jenny Halsey le indicazioni per trovare un’antica tomba e, nel tentativo di salvarla dagli integralisti islamici, finisce per farla bombardare dai droni. Questo apre l’accesso a una enorme grotta in Mesopotamia, dove si trova il sarcofago della principessa egizia Ahmanet, che ha voluto portare il Dio della morte Set sul nostro mondo, ma fu fermata e mummificata prima di completare il rituale. Nick vi entra insieme a Jenny e all’amico Chris, quindi i tre liberano il sarcofago di Ahmanet e lo caricano su un aereo militare, che però i poteri della principessa fanno precipitare su una chiesa in Inghilterra. Jenny si salva dalla caduta, ma Nick dovrebbe sfracellarsi, invece si risveglia in obitorio misteriosamente senza un graffio e con forti allucinazioni che lo attraggono irresistibilmente verso il sarcofago. Basteranno i mezzi dell’organizzazione segreta per cui lavora il dottor Henry Jekyll a spezzare la maledizione della risvegliata e potente principessa Ahmanet?

Orari: 18:25

Baby Boss

Tim Templeton è un bambino felice: ha sette anni e mezzo, i genitori lo adorano, ed è dotato di una fervida immaginazione che gli permette di vivere ogni situazione come un’eccitante avventura. Almeno finché non arriva in casa il nuovo fratellino, che istantaneamente monopolizza le attenzioni e l’affetto dei genitori lasciando Tim da solo a domandarsi come sia potuto succedere che il neonato sia diventato il boss in casa sua. Nello sguardo di Tim, Baby Boss è infatti un piccolo dittatore, un adulto travestito da bebè con un’agenda nascosta della quale i loro genitori sono all’oscuro. Sarà lo stesso Baby Boss a rivelare i suoi piani a Tim perché, oltre ad andare in giro in giacca, cravatta e ventiquattrore come un dirigente aziendale, è un neonato parlante, la cui missione è contrapporsi al trend che sta rubando l’attenzione dei potenziali genitori per dirottarla verso altre creature irresistibili: i cuccioli di cane.

Orari: 16:35

Sing

Il koala Buster Moon si è innamorato del teatro all’età di sei anni e al teatro ha dedicato la sua vita. Ha anche accumulato una discreta serie di fiaschi e di debiti e ora è ricercato dalla banca a cui ha chiesto un prestito e dai macchinisti che reclamano lo stipendio. Come salvare capra e cavoli? Buster ha un’idea geniale: un talent show. Apre quindi le porte del suo teatro ad una lunga fila di aspiranti cantanti e performer e sceglie i suoi gioielli: Rosita, maialina madre di 25 figli piccoli, Mike, topino vanitoso e vocalist d’eccezione, Ash, porcospina dal cuore rock e Johnny, scimmione dall’animo blues. Ci sarebbe anche Meena, elefantina portentosa, apparentemente troppo timida per esibirsi in pubblico…

Orari: 16:55

L’alba del pianeta delle scimmie

Nei laboratori di un’azienda farmaceutica, il ricercatore Will Rodman sperimenta su degli scimpanzé gli effetti di un virus in grado di potenziare i ricettori neuronali e di fornire una possibile cura per l’Alzheimer. Una di queste cavie mostra lo sviluppo di un’intelligenza superiore alla media, ma viene abbattuta assieme alle altre dichiarando fallito l’esperimento. Lascia tuttavia nei laboratori un piccolo cucciolo, che Will decide di risparmiare alla soppressione e di accogliere in casa propria.

Orari:  20:00

Apes Revolution – Il pianeta delle scimmie

Sono passati dieci anni da quando delle scimmie rese più evolute da un virus confezionato dagli uomini sono evase e hanno combattuto gli esseri umani sul ponte di San Francisco. In questo periodo la razza umana è stata quasi annichilita da quello stesso virus che si è rivelato per loro letale, è rimasta in vita solo una piccola percentuale di persone naturalmente immuni. Dall’altra parte le scimmie, sempre capitanate da Cesare, si sono ritirate nella foresta, hanno creato una loro città, vivono in pace, cacciano e procreano nella convinzione che ormai gli uomini non esistano più. L’incontro tra le due razze (gli uomini devono avere accesso ad una diga vicino al villaggio delle scimmie per poter riottenere l’elettricità) porterà ad una spaccatura tra chi vuole la guerra e chi invece pensa si possa vivere in pace.

Orari: 21:55

Alla ricerca di Dory

L’atteso sequel di Alla ricerca di Nemo si svolge dopo un anno dalla storia del primo film e presenta ancora una volta gli amati personaggi di Marlin, Nemo e la Gang dell’Acquario. Ambientato in parte vicino alla costa californiana, la storia presenta però anche una schiera di nuovi personaggi, alcuni dei quali si riveleranno molto importanti nella vita di Dory.

Orari: 17:15

– Cinema Teatro delle Arti, Via Guerino Grimaldi, 7, 84126 Salerno SA tel. 089 221807

– Cinema San Demetrio, Via Dalmazia, 4, 84123 Salerno SA tel. 089 220489

The War – Il pianeta delle scimmie

Nonostante la morte di Koba, la guerra scatenata da questi tra le scimmie e gli umani procede senza sosta. I soldati americani, guidati dal Colonnello, vogliono catturare Cesare, geniale condottiero dei primati super-intelligenti, e ristabilire il primato della razza umana.

Orari: 18:30 21:30

– Cinema Apollo, Via Michele Vernieri, 26, 84125 Salerno SA tel. 089 233055

Spider-Man: Homecoming

Peter Parker non riesce a scrollarsi di dosso quanto sia stata incredibile la sua esperienza con gli Avengers in Captain America: Civil War, l’aver conosciuto Tony Stark e avere mantenuto con lui un rapporto speciale, tanto da avere un contatto diretto attraverso il suo assistente Happy Hogan e da aver ricevuto in dono un super-costume. Peter è così innamorato dell’idea di diventare un Avenger da lasciar scivolare in secondo piano anche la ragazza che gli fa battere il cuore, la bella Liz, per andare dietro ai criminali e mostrarsi pronto per la posizione in squadra.

Orari: 19:00 21:30

– Cinema Duel, Centro Commerciale Maximall, Via Pacinotti, 84098 Località Scontrafata, Pontecagnano Faiano SA tel. 089 384918

The War – Il pianeta delle scimmie

Nonostante la morte di Koba, la guerra scatenata da questi tra le scimmie e gli umani procede senza sosta. I soldati americani, guidati dal Colonnello, vogliono catturare Cesare, geniale condottiero dei primati super-intelligenti, e ristabilire il primato della razza umana.

Orari: 18:00 19:00 21:00 22:00

Spider-Man: Homecoming

Peter Parker non riesce a scrollarsi di dosso quanto sia stata incredibile la sua esperienza con gli Avengers in Captain America: Civil War, l’aver conosciuto Tony Stark e avere mantenuto con lui un rapporto speciale, tanto da avere un contatto diretto attraverso il suo assistente Happy Hogan e da aver ricevuto in dono un super-costume. Peter è così innamorato dell’idea di diventare un Avenger da lasciar scivolare in secondo piano anche la ragazza che gli fa battere il cuore, la bella Liz, per andare dietro ai criminali e mostrarsi pronto per la posizione in squadra.

Orari: 18:15 19:30 21:00 22:00

Black Butterfly

Paul è uno scrittore all’impasse. Dipendente dalla bottiglia e da un passato di gloria, vive ritirato in montagna e in attesa di un’illuminazione che non arriva mai. Fino al giorno in cui Jack, fresco di prigione, irrompe letteralmente nella sua vita con uno zaino in spalla e la volontà di aiutarlo a ritrovare estro e parole. Travolto dai debiti e dall’incoraggiamento affatto convenzionale di Jack, Paul scava nel profondo fondo alla ricerca di una storia per un film o per la vita. Nel mondo fuori intanto un’altra donna è scomparsa, una famiglia è disperata, la polizia indaga.

Orari: 18:30 20:30 22:30

Transformers – L’ultimo cavaliere

I Transfomers, robot alieni dal pianeta Cybertron, vivono tra noi ormai da anni, ma si nascondono dalle forze speciali del governo Usa. Quando un gruppo di ragazzini entra nell’area proibita di Chicago, dove ci fu una grande battaglia nel terzo capitolo della serie, Cade Yaeger interviene a salvarli e riceve da un Transformer vecchissimo e moribondo un antico talismano, che gli si attacca addosso. Yaeger e la giovanissima Izabella sfuggono all’arresto e si rifugiano in una grande discarica di automobili, dove vivono diversi Autobot. Il governo sa che sta arrivando dallo spazio qualcosa di enorme e per fermarlo i suoi funzionari sono disposti a venire a patti con Megatron, liberando alcuni dei suoi più pericolosi Decepticon. Questi danno la caccia a Yaeger, che viene però salvato dal robot maggiordomo Cogman, al servizio di un Lord inglese che intende svelare a Yaeger la storia segreta dei Transformers. Nel suo castello viene convocata anche la professoressa di storia e letteratura Vivian Wembley, la cui dinastia è legata al mistero. Nel mentre Optimus Prime, sul pianeta Cybertron, è stato soggiogato dalla divinità aliena Quintessa, i cui piani per la Terra sono semplicemente apocalittici.

Orari: 18:00 21:00

– Cinema Eduardo De Filippo, Via Taverne, 84043 Agropoli SA tel. 338 309 6807

GAIA BASSI INAUGURA LA RASSEGNA DI SANTA MARGHERITA

Premio Santa Margherita Arte e Teatro a Gaia Bassi, Vicente Barra, Paolo Molinari e Giancarlo Bassi.

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

Grande successo di pubblico ieri per la prima sera della Rassegna Santa Margherita Arte e Teatro.

Protagonista assoluta Gaia Bassi, accompagnata alla chitarra da Paolo Molinari e alle percussioni da Giancarlo Bassi.

L’attrice ha letto brani del libro di Vicente Barra “Salerno… perché non è Compostela…”.

L’artista ha sfoggiato il meglio del suo repertorio e ha mandato in visibilio il pubblico. Magistrali interpretazioni tutto cuore e anima. Una voce che accarezza ed emoziona.

Il pubblico l’ha applaudita a lungo in un finale tutto ritmo con uno scatenato Giancarlo Bassi alle percussioni e l’ottimo chitarrista Paolo Molinari.

In scena con loro l’attrice salernitana Sabrina Tortorella tutto sorriso e anima che insieme a Lello Casella e Roberta Manzo hanno completato il cast artistico.

Prezioso l’intervento di Don Sabatino Naddeo, parroco di Santa Margherita, che ha arricchito l’evento ricordando la sacralità e spiritualità della figura di San Matteo.

Una serata di cultura musica e grande sensibilità.

Questa sera alle ore 21.00 sarà la volta della Compagnia “Teatrando Teatro” con lo spettacolo comico “E’ Miracòl e’ Santa Margherita”.

 

A Salerno arriva “Muso” del film Step Up

PER LA PRIMA VOLTA A SALERNO IL BALLERINO DI STEP UP 
ADAM SEVANI AKA “MOOSE” DOMENICA 16 AL DOLCE VITA 
Due le lezioni con la star del dance movie più famoso della storia del cinema

Salerno, 14 Luglio 2017   Per gli amanti del genere è indubbiamente un appuntamento da non perdere, un richiamo alla danza di strada che potrebbe attirare l’intero sud Italia, dove lui, la star dell’hip hop internazionale, non si è mai fermato.   
Jn Evens e U.L Crew Dance Project ci lavoravano da anni e finalmente sono riusciti in quello che è anche il loro sogno. Domenica 16 luglio (alle 18 e alle 21) le due associazioni presentano Adam Sevani aka “Moose” al Dolcevita di Salerno (via dei Navigatori).
Venticinque anni appena compiuti, Sevani è cresciuto a Los Angeles in California, ed ha iniziato a danzare molto giovane nella scuola dei suoi genitori. Nel 2008 arriva la consacrazione al grande pubblico con la partecipazione ad una delle saghe dance più famose della storia del cinema. Recita nel film “Step Up 2 - La strada per il successo”, nel ruolo di Robert Alexander III detto “Muso” ed è un grande successo. La sua bravura è così evidente che viene elogiato dal New York Times per aver rappresentato nel film un personaggio che “potrebbe essere il baddest nerd nella storia del film”. Quell’interpretazione gli consente nello stesso anno di vincere anche lo “Young Hollywood Award 2008” come “Miglior Ladro di Scena”. Una consacrazione che si ripeterà l’anno dopo con “Step Up 3D” di cui firma anche le coreografie. Ma non è tutto. È apparso anche in diversi video musicali di Missy Elliot e celebre è la sua battle, la sfida, contro Miley Cyrus (Hannah Montana per Disney Channel) combattuta prima su you tube e successivamente ai Teen Choise Awards. Allegro, affascinante e un po’ bizzarro, è il preferito dai fan del dance movie di tutto il mondo.
Due le lezioni in programma: alle 18 e alle 21. Per partecipare allo stage non bisogna far parte necessariamente di una crew. A fare da supporter ai partecipanti ci saranno gli insegnanti Giovanni Mauriello, Gaetano Porto, Salvatore Capasso, Enzo Iorio, Pina e Giosy by Level Up, Mario Nocera e le crew Urban Key, Unbox, In Da Family, Sharks, Minions.
Per ulteriori informazioni: marionocera.fc@gmail.com; 3348257908.

Hub Music Festival: domani i Koop e sabato Sapio

Salerno, 13 Luglio 2017 C’è gran fermento per il rush finale di Hub Music Project, il Festival realizzato anche grazie al patrocinio del Comune di Pellezzano Assessorato alla Cultura ed alla Fondazione Carisal, che si appresta a concludersi con un appuntamento imperdibile. 
Dopo aver esordito con gli Ezra Collective, i nuovi talenti del jazz a livello mondiale, è la volta, domani sera, venerdì 14 luglio, della jazztronica dei Koop, storico gruppo dei primi anni duemila, al Complesso Monumentale dello Spirito Santo di Capriglia in veste Koop Orchestra, il nuovo progetto di Oscar Simonsson, già fondatore del raffinato duo elettro jazz svedese. La nuova formazione composta da 7 elementi, è pronta a rivisitare il modern jazz e affrontare un viaggio musicale sperimentale attraverso la musica classica, l’elettronica, lo swing, in continuo movimento tra inediti e soprattutto i pezzi che hanno segnato la fama di Koop. La missione principale dell’ensemble, che ha fatto la sua prima apparizione nel 2015, è quella di vivere e celebrare la grandezza della musica dal vivo, capace di connettere tra loro le persone, come nessun’altra cosa al mondo. 
E poi, gran finale con l’ambasciatore italiano del soul: Luca Sapio con la sua The Italian Royal Family Band. Per l’artista, atteso sabato 15 luglio (alle 22), è l’unica data estiva italiana. «Soul lovers, soul aficionados – scrive l’artista sulla sua pagina facebook - sarò ospite dell'HMP festival. Saremo in sette sul palco e abbiamo intenzione di restarci il più a lungo possibile». 
Voce unica nel panorama soul contemporaneo, qualcuno lo ha definito un cantante jazz dall'anima punk, dopo essere stato scelto da Sharon Jones and The Dap-Kings come supporter per tutte le date del loro tour europeo – è stato voce degli Area nel 1999, dei Quintorigo dal 2009 al 2011 – Sapio si afferma sulla scena internazionale prima con “Who knows”, l’album che l’ha fatto conoscere in Austria, Germania e Svizzera, e poi con “Everyday is gonna be the day” interpretato con la band dei Dark Shadows. Due dischi che evocano fortemente il classico suono soul-blues degli anni sessanta con fiati, solidi groove e suoni d’organo, immersi in un mare di psichedelica.
Con Sapio, il soul man italiano che ha conquistato David Letterman (il singolo “How did you loose it”, tratto dal primo album “Who knows”, è finito nella playlist dello show) si chiude la triade degli appuntamenti targati HMP. 
«La parola chiave è “Less is more” – conclude l’artista – niente orpelli, niente effetti speciali; solo le canzoni, che arrivano dritte al cuore dell’ascoltatore. Il messaggio in questi tempi bui è fortissimo…ogni giorno può essere il giorno giusto (“Everyday is gonna be the day) il giorno che tutti stiamo aspettando, quello del cambiamento».
La platea salernitana non si è fatta scappare l’occasione di ascoltare dal vivo i suoi beniamini: entrambi i concerti si avviano verso il sold out. 
Grandi nomi all’Eremo dello Spirito Santo di Capriglia, ma anche grandi numeri dunque per questa ottava edizione: tantissimi gli estimatori della musica live che si sono già prenotati, con una media di oltre 500 spettatori a serata. Cifre che fanno bene alla musica e hanno già ispirato la messa in opera di una nuova programmazione invernale. 
INFO UTILI. Entrambi i live avranno inizio alle 22. Il costo dei singoli biglietti è di 20 euro per il Koop e 15 per Sapio. Le prevendite sono ancora attive presso Disclan Salerno (089 234832) e postoriservato.it (089 795421).

TEATRO ARBOSTELLA

XII STAGIONE TEATRALE COMICA 2017/2018

Al Teatro Arbostella di Salerno presentato il nuovo cartellone 2017-18: testi di celebri autori interpretati da rinomate compagnie

E’ stato presentato questa mattina presso il Teatro Arbostella di Salerno, il cartellone della XII rassegna di teatro comico amatoriale che avrà inizio nella struttura di Viale Verdi il prossimo 30 settembre per terminare il 13 maggio del 2018. Il decano direttore artistico Gino Esposito insieme alla presidente Immacolata Caracciuolo, accompagnati dalla presenza istituzionale dell’assessore comunale Angelo Caramanno ha illustrato alla stampa gli appuntamenti in programma dal prossimo autunno nel piccolo ma funzionale teatro della zona orientale. Cartellone variegato anche quest’anno con una combinazione di autori classici e contemporanei, per un mix di tradizione e freschezza ma sempre mantenendo fermo il credo della comicità. “Un teatro che è diventato punto di riferimento per la zona orientale e non solo” sono state le parole dell’assessore Caramanno. Delle stesso avviso il direttore artistico Gino Esposito accompagnato dagli attori Giovanni Bonelli e Gaetano Troiano.
Si riparte dunque il 30 settembre, con la rinomata compagnia A.C.I.S. il Sipario di Napoli che presenterà un testo dal titolo “Il Padrone” tratto dall’Avaro di Molière e riportato in chiave partenopea con le magistrali interpretazioni di Rosario Giglio e Sasà Palumbo accompagnati da un gruppo di prima scelta. A seguire la Compagnia Comica Salernitana, la stabile dell’Arbostella si cimenterà in un esilarante testo riscritto e riadattato da Giovanni Bonelli dal titolo “Vaco a Napoli pe n’affare” dove si alterneranno sul palco numerosi personaggi, tutti caratterizzati dalla sapiente regia di Gino Esposito. A novembre esordio sulle tavole del palco di Viale Verdi per una compagnia partenopea affermata la CMS Mario Scarpetta che allieterà la platea con la classica e comica “Tre pecore viziose” di Eduardo Scarpetta, rivisitata in chiave del tutto particolare dalla regia di Mimmo Cacciapuoti. A dicembre un classico edoardiano di prim’ordine messo in scena da un gruppo salernitano di primo ordine che ha vinto premi in tutta Italia: La compagnia dell’Eclissi presenterà l’”Arte della Commedia” con il riadattamento di Felice Avella e la regia di Marcello Andria.
Dopo la pausa natalizia, dove la direzione artistica sta pensando a ricche sorprese, con spettacoli della Compagnia Comica Salernitana di Gino Esposito e l’Antica Italiana di Gaetano Troiano il cartellone ripartirà dal 6 gennaio 2018 con il ritorno di una rodata compagnia napoletana già ospite un paio di anni fa: il gruppo degli Zerottantuno, si misurerà in un testo dal titolo “E’ tornata zitella” tratto da Signori Biglietti di Rescigno e rivisitato da Felice Pace. Da fine gennaio e per i primi due week-end di febbraio un’altra storica conoscenza del pubblico dell’Arbostella: la compagnia TeatroMania di G.Tricarico porterà in scena un frizzante lavoro ridisegnato da Rino Grillo dal titolo “Matrimoni scombinati”.
A seguire risate con gli Amici del Teatro di Antonio Pollio che ritorneranno dopo il successo dello Scarfalietto dell’anno scorso con un altro testo scarpettiano dal titolo: “‘Na Commedia a richiesta”.
A marzo Gaetano Troiano con la sua compagnia All’Antica Italiana metterà in scena un raggiante ed umoristico “Non ci resta che maritarla” di Raffaele Caianiello. Ad aprile il turno di una delle compagnie storiche della rassegna: Gli Ignoti di Napoli misureranno la loro bravura in un altro capolavoro di Eduardo De Filippo dal titolo “La paura numero uno” con Marino Gennarelli e Patrizia Pozzi mentre la chiusura con il botto è affidata come sempre nelle mani della Compagnia Comica Salernitana che regalerà a maggio gli ultimi sorrisi di stagione al pubblico con un divertente testo di Samy Fayad dal titolo “Il Settimo si riposò”.
Illustrati infine ai presenti le attività laboratoriali sia per grandi che per piccini (curati dal maestro Gaetano Troiano accompagnato da un valido staff) che partiranno sempre da ottobre e termineranno con i saggi a giugno. Fissata inoltre la data della rassegna estiva Arena Arbostella in calendario quest’anno dal 28 agosto al 3 settembre.
Chiunque vorrà, potrà sottoscrivere l’abbonamento a 10 spettacoli al costo, invariato, di 90 euro da lunedi 17 luglio sino al 31 luglio, e dal 4 al 29 settembre 2017 (lun/ven 19.30-21.30). La direzione del teatro comunica inoltre che, essendoci stata un vasta adesione al rinnovo della tessera da parte dei vecchi abbonati, il numero dei carnet invenduti è molto limitato per cui si consiglia di affrettarsi all’acquisto. Sconti vantaggiosi per gli studenti universitari e stuzzicanti convenzioni per tutti.
Info e prenotazioni: www.teatroarbostella.it – 089-3867440 – 347-1869810

“Salerno… perché non è Compostela…”

Sabrina Tortorella e Gaia Bassi
Gaia Bassi e Sabrina Tortorella

Stasera alle ore 21.00 primo appuntamento della II Rassegna Estiva Santa Margherita Arte e Teatro con Gaia Bassi in Reading d’Autore  “Salerno… perché non è Compostela…” di Vicente Barra.

L’attrice sarà accompagnata alla chitarra da Paolo Molinari ed alle percussioni da Giancarlo Bassi. Completano il cast artistico Lello Casella e Sabrina Tortorella.

Un racconto coinvolgente su Salerno e San Matteo.

Voce, anima e musica saranno le caratteristiche dello spettacolo che si terrà sul sagrato della chiesa di Santa Margherita.

HUB MUSIC FESTIVAL

AL VIA GIOVEDÌ 13 LA VIII EDIZIONE
Opening all’Eremo di Capriglia con gli 
Ezra Collective: i nuovi talenti del jazz mondiale
Il giorno seguente i Koop in versione Oscar Orchestra. Sabato l’ambasciatore italiano del soul Luca Sapio
Le prevendite sono ancora attive presso Disclan Salerno e postoriservato.it

Salerno, 11 Luglio 2017 Qualcuno li ha definiti “ragazzi terribili”, qualcun altro li ha identificati come i nuovi talenti del jazz mondiale. Sta di fatto che la loro musica sembra possedere un carattere soprannaturale mentre la multiculturalità degli attori coinvolti, come nella migliore tradizione della capitale inglese, rendere più elettrizzante quello che fanno. Loro sono gli  Ezra Collective, il gruppo pronto ad inaugurare la VIII stagione estiva di Hub Music Project, il concentrato di musica live realizzato anche grazie al patrocinio del Comune di Pellezzano Assessorato alla Cultura  ed alla Fondazione Carisal.
Giovedì 13 luglio (alle 22) sul palco del Complesso Monumentale dello Spirito Santo di Capriglia, sale il famoso (seppur giovanissimo) quintetto londinese, “diverso” per professionalità e inventiva, la band che ipnotizza.
Protagonista della nuova scena jazz UK, hanno già vinto premi su premi, uno su tutti il Yamaha Jazz Experience Competition, ma rimangono con i piedi per terra e assolutamente fedeli a una linea di musica black londinese che va molto oltre i confini del jazz e che corre da sempre tra i quartieri e le comunità della capitale britannica. La formazione ha un solo album all’attivo ma è già passata dal palco del Glastonbury Festival ad una spettacolare Boiler Room (concerti in streaming per pochi).
Con un suono viscerale, fresco e spensierato che affonda le radici nel jazz, nella black, nell’afrobeat cosi come nell’hip-hop, hanno dalla loro l’entusiasmo di chi inizia a calcare la scena e la consapevolezza di essere la “next big thing”. Infine, se serve una consacrazione, l’aver appena suonato ai Gilles Peterson’s Worldwide Awards – con la benedizione di Gilles in persona che continua a proporli nei suoi momenti radiofonici – è sempre un ottimo biglietto da visita, così come l’essere stati scelti come live band da una leggenda come Pharoahe Monch. 
Londinesi, giovanissimi, si esibiscono dal vivo: Dylan Jones (tromba), James Mollison (sax tenore), Joe Armon-Jones (piano), TJ Koleoso (basso) e Femi Koleoso (batteria). 
Il giorno dopo, venerdì 14, tocca al sound jazztronico dei Koop storico gruppo dei primi anni duemila, a Salerno in veste Koop Orchestra, il nuovo progetto di Oscar Simonsson, già fondatore del raffinato duo elettro jazz svedese. La nuova formazione composta da 7 elementi, è pronta a rivisitare il modern jazz e affrontare un viaggio musicale sperimentale attraverso la musica classica, l’elettronica, lo swing, in continuo movimento tra inediti e soprattutto i pezzi che hanno segnato la fama di Koop. La missione principale dell’ensemble, che ha fatto la sua prima apparizione nel 2015, è quella di vivere e celebrare la grandezza della musica dal vivo, capace di connettere tra loro le persone, come nessun’altra cosa al mondo. 
Sabato 15, con Luca Sapio, il soul man italiano che ha conquistato David Letterman (il singolo “How did you loose it”, tratto dal primo album “Who knows”, è finito nella playlist dello show) si chiude la triade degli appuntamenti targati HMP. Sul palco di Capriglia proprio lui, che ha aperto i concerti europei di Sharon Jones and The Dap-kings – è stato voce degli Area nel 1999, dei Quintorigo dal 2009 al 2011- poi il viaggio negli Usa, e due dischi da solista che evocano fortemente il classico suono soul-blues degli anni sessanta con fiati, solidi groove e suoni d’organo, immersi in un mare di psichedelica. Per Sapio, che si esibirà con la sua band The Italians Royal Family, quella del Festival HUB è l’unica data estiva in Italia.
INFO UTILI Tutti gli appuntamenti avranno inizio alle 22. Il costo dei singoli biglietti va dai 12 ai 20 euro (36 euro l’abbonamento alle tre serate) Le prevendite sono già attive presso Disclan Salerno (089 234832) e postoriservato.it (089 795421).

TEATRO VERDI

INAUGURAZIONE STAGIONE TEATRALE
GRANDE TEATRO

Abbonamento a 10 Spettacoli
Turni A/B/C/D

da giovedì 26 a domenica 29 ottobre
CLAUDIA CARDINALE OTTAVIA FUSCO
LA STRANA COPPIA
Un progetto registico di Pasquale Squitieri
di Neil Simon / traduzione Luigi Lunari / realizzato da Antonio Mastellone

da giovedì 2 a domenica 5 novembre
ISABELLA FERRARI IAIA FORTE
COME STELLE NEL BUIO
di Igor Esposito / regia Valerio Binasco

da giovedi 16 a domenica 19 novembre
VIRGINIA RAFFAELE
PERFORMANCE
di Virginia Raffaele e Giampiero Solari / regia Giamp

da giovedì 18 a domenica 21 gennaio
EROS PAGNI, GAIA APREA SEI PERSONAGGI IN CERCA D’AUTORE
di Luigi Pirandello / regia Luca De Fusco

da giovedì 25 a domenica 28 gennaio
LAURA MORANTE
LA LOCANDIERA B&B
liberamente tratto da La Locandiera
di Carlo Goldoni / adattamento Edoardo Erba / regia Roberto Andò

da giovedì 1 a domenica 4 febbraio
MARIANGELA D’ABBRACCIO GEPPY GLEIJESES FILUMENA MARTURANO
di Eduardo De Filippo / regia Liliana Cavani

da giovedì 22 a domenica 25 febbraio
ARTURO BRACHETTI
SOLO

da giovedì 1 a domenica 4 marzo
DANIELE RUSSO
IL GIOCATORE
di Fëdor Dostoevskij / adattamento Vitaliano Trevisan / regia Gabriele Russo

da giovedi 15 a domenica 18 marzo
ALESSANDRO PREZIOSI
VINCENT VAN GOGH L’ODORE ASSORDANTE DEL BIANCO
di Stefano Massini / regia Alessandro Maggi

da giovedì 22 marzo a domenica 25 marzo
FRANCESCO DI LEVA GIOVANNI LUDENO
IL SINDACO DEL RIONE SANITÀ
di Eduardo De Filippo / con la partecipazione di MASSIMILIANO GALLO / regia Mario Martone

CONTEMPORANEI / TEATRO CIVILE
Abbonamento a 5 Spettacoli

giovedì 9 novembre
venerdì 10 novembre matineè per le scuole ore 10.30
LUCIA MASCINO
ANATOMIA DI UNA SOLITUDINE
dedicato alla poetessa Idea Vilariño scritto e diretto da Lucia Calamaro

venerdì 12 gennaio
CORRADO AUGIAS
O PATRIA MIA… LEOPARDI E L’ITALIA
di Corrado Augias / regia Angelo Generali

sabato 10 febbraio domenica 11 febbraio fuori abbonamento
LINO MUSELLA
ANDREA RENZI
TONY LAUDADIO
IL SERVO
di Robin Maugham / regia Andrea Renzi, Pierpaolo Sepe

martedì 27 febbraio
SIMONE CRISTICCHI
IL SECONDO FIGLIO DI DIO
di Simone Cristicchi / regia Antonio Calenda

mercoledì 7 marzo
GIANRICO CAROFIGLIO LA MANOMISSIONE DELLE PAROLE
di Gianrico Carofiglio / regia Teresa Ludovico

Gaia Bassi e Ernesto Lama a Salerno

Ospiti della II Rassegna Estiva Santa Margherita Arte e Teatro

Rassegna 1 ok-001 (10)

E’ iniziata il 4 Luglio u.s. la seconda edizione della rassegna estiva “Santa Margherita Arte e Teatro”. La rassegna vede quest’anno la prestigiosa partecipazione di Gaia Bassi ed Ernesto Lama, attori che da poco hanno terminato il tour dei maggiori teatri nazionali con Massimo Ranieri nello spettacolo “Teatro del Porto” di scena anche al Teatro Verdi di Salerno.

L’attrice Gaia Bassi sarà impegnata nella serata del 13 Luglio con Reading d’Autore “Salerno… perchè non è Compostela…” di Vicente Barra, scrittore salernitano che con questo libro completa la trilogia dedicata alla nostra città ed al suo Santo protettore San Matteo. La poliedrica attrice sarà affiancata dagli attori salernitani Lello Casella, Sabrina Tortorella e dalle professionalità di Paolo Molinari alla chitarra e Giancarlo Bassi alle percussioni.

Altro appuntamento di rilievo il 14 Luglio con lo spettacolo comico “E’ Miracòl e’ Santa Margherita” con il gruppo “Teatrando Teatro” del Laboratorio Teatro Santa Margherita.

Il 15 Luglio grande serata di ballo latino-americano curata dal Maestro Mimmo Borgo della “Starlight Dance Salerno”, con il DJ Ernesto El Chegue.

La narrazione sarà protagonista nella serata del 18 Luglio con lo spettacolo “I Quattro Giganti” dell’Associazione “Saremo Alberi”.

Gran finale il 19 Luglio con la prima nazionale di “Prova ad A…mare” esilaranti pieces teatrali con Gaia Bassi ed Ernesto Lama. I due bravissimi attori e cantanti saranno accompagnati alla chitarra da Aniello Palomba.

La location della manifestazione è collocata nel meraviglioso scenario del sagrato della chiesa di Santa Margherita.

Gli spettacoli inizieranno alle ore 21.00.

La direzione artistica della rassegna è affidata a Lello Casella e Sabrina Tortorella.

Teatro delle Arti

E’ stata presentata ieri mattina, presso il Salone del Gonfalone del Comune di Salerno, la stagione teatrale del Teatro Delle Arti di Salerno. Alla presenza di Ermanno Guerra, il direttore artistico Claudio Tortora e il presidente del Cos Pina Testa, hanno annunciato i 10 spettacoli inseriti nel cartellone 2017/2018 e i sette eventi dedicati alla danza e alla comicità in collaborazione con il Teatro Ridotto.

Si parte come sempre ad ottobre e si finirà a maggio.

Tanti, tantissimi i volti noti ed amati dal pubblico che si alterneranno sul palco del teatro salernitano. Con date ancora da definire, chi vorrà assistere alla stagione teatrale potrà vedere lo spettacolo di Carlo Buccirosso “Il pomo della discordia”, ed ancora Gino Rivieccio, Sandra Milo, Fanny Cadeo e Marina Suma in “Mamma… ieri mi sposo”, si continua con Massimo Dapporto in “Un borghese piccolo piccolo”, Sal Da Vinci in “Italiano di Napoli”, Francesco Cicchella in “Millevoci”, Biagio Izzo in “Mi manda Picone”, Gianfranco Jannuzzo e Debora Caprioglio in “Alla faccia vostra!!”, la compagnia del Teatro Totò in “Hai un amico all’Inps?”, e poi ancora Maria Amelia Monti in “Miss Marple, giochi di prestigio” e infine Pamela Villoresi e Claudio Casadio in “Il mondo non mi deve nulla”. Tre gli appuntamenti, fuori abbonamento, con la danza, la grande danza che vedranno come protagonisti Raffaele Paganini, Michele Carfora e Fredy Franzutti.

Mentre sono quattro gli appuntamenti, anche questi fuori abbonamento, con la comicità, in collaborazione come detto con il Teatro Ridotto diretto da Gianluca Tortora. Tra i protagonisti di questi appuntamenti ci sono Gigi e Ross in “Troppo napoletano”, Federico Salvatore, Giacomo Rizzo, Gianfranco e Massimiliano Gallo.

Per tutti coloro che volessero abbonarsi alla stagione del Teatro Delle Arti o acquistare i biglietti per i singoli spettacoli, basta andare al botteghino della struttura sita in via Grimaldi 7, oppure telefonare al numero 089221807

‘E Miracòl ‘e Santa Margherita

Questo slideshow richiede JavaScript.

I Miracòl…..

Equivoci e falsi miracoli, in una commedia tutta da ridere, il copione prende spunto da un idea di rivisitare e riadattare un testo di Gaetano Di Maio che alla metà degli anni settanta scrisse per il teatro Sannazzaro, allora diretto dall’attrice Luisa Conte, una notevole quantità di commedie, tutte in dialetto napoletano, e tutte disegnate su misura per quella compagnia che annoverò come protagonisti accanto alla Conte attori affermati quali Nino e Carlo Taranto, Pietro De Vico, Enzo Cannavale ma anche gli allora giovani Giacomo Rizzo, Oscar Di Maio e Giulio Adinolfi. Lo spettacolo dal titolo  “‘E MIRACOL ‘E SANTA MARGHERITA” nella versione attuale è stato ricostruito con onestà intellettuale che ha consentito di riproporre con pulizia un tipo di teatro facilmente contaminabile: L’originale “E’ ASCIUTO PAZZO O’ PARRUCCHIANO” fu scritta, probabilmente, in seguito al grande successo del musical di Garinei e Giovannini AGGIUNGI UN POSTO A TAVOLA, ed è facile immaginare che l’autore si sia ispirato, nel tratteggiare il ruolo di Don Sandro, al Don Silvestro di Johnny Dorelli. Quello che conta, in operazioni come questa, è la buona messinscena e dobbiamo dire che la pulizia della regia e la contagiosa simpatia di Lello Casella, nei panni del sacrestano Modestino, hanno la meglio su tutte le perplessità che comunque affiorano quando a proporsi sono attori di teatro amatoriale. Lo spettacolo diverte il pubblico, grazie anche alla misurata prova della brava Roberta Manzo, così dotata di personalità da consentire al debuttante Enzo Melillo, nell’impegnativo ruolo di Don Sandro, di vivere la scena con grande tranquillità. Divertente il cameo di Vincenzo Citro, un sindaco stralunato che si rianima solo se deve affrontare un discorso politico, essenziale la recitazione dei vari Gianmarco Citro nel ruolo dell’avvocato cugino del prete, di Giuseppina Amato brava caratterista nel ruolo di Donna Bianca cosi come Sabrina Tortorella che regala al personaggio di Celeste mossette ed isterismi da falsa puritana assolutamente irresistibili, debutto positivo anche per Carmine Rinaldi nel ruolo di Menico.

Una citazione a parte meritano i bravi e coraggiosi giovani Marcella Mari (Ninetta), Miriana Scarpa (Angelina), Pia Mari (popolana e cameriera), Giuseppe Noschese (baroncino), Rossella Noschese Gaia De Angelis Maria Pia Gentile e Martina Casaburi (Popolane). Le scene sono state realizzate da Angelo Cirillo e Vincenzo Cipriani, Montaggio Digital-Audio-Video Ciro Casella, Direttrice di Scena Gina De Martino, Paint Designer Sabrina Tortorella, Sartoria Giuseppina Amato, Fotografia Don Sabatino Naddeo.