Hub Music Festival: domani i Koop e sabato Sapio

Salerno, 13 Luglio 2017 C’è gran fermento per il rush finale di Hub Music Project, il Festival realizzato anche grazie al patrocinio del Comune di Pellezzano Assessorato alla Cultura ed alla Fondazione Carisal, che si appresta a concludersi con un appuntamento imperdibile. 
Dopo aver esordito con gli Ezra Collective, i nuovi talenti del jazz a livello mondiale, è la volta, domani sera, venerdì 14 luglio, della jazztronica dei Koop, storico gruppo dei primi anni duemila, al Complesso Monumentale dello Spirito Santo di Capriglia in veste Koop Orchestra, il nuovo progetto di Oscar Simonsson, già fondatore del raffinato duo elettro jazz svedese. La nuova formazione composta da 7 elementi, è pronta a rivisitare il modern jazz e affrontare un viaggio musicale sperimentale attraverso la musica classica, l’elettronica, lo swing, in continuo movimento tra inediti e soprattutto i pezzi che hanno segnato la fama di Koop. La missione principale dell’ensemble, che ha fatto la sua prima apparizione nel 2015, è quella di vivere e celebrare la grandezza della musica dal vivo, capace di connettere tra loro le persone, come nessun’altra cosa al mondo. 
E poi, gran finale con l’ambasciatore italiano del soul: Luca Sapio con la sua The Italian Royal Family Band. Per l’artista, atteso sabato 15 luglio (alle 22), è l’unica data estiva italiana. «Soul lovers, soul aficionados – scrive l’artista sulla sua pagina facebook - sarò ospite dell'HMP festival. Saremo in sette sul palco e abbiamo intenzione di restarci il più a lungo possibile». 
Voce unica nel panorama soul contemporaneo, qualcuno lo ha definito un cantante jazz dall'anima punk, dopo essere stato scelto da Sharon Jones and The Dap-Kings come supporter per tutte le date del loro tour europeo – è stato voce degli Area nel 1999, dei Quintorigo dal 2009 al 2011 – Sapio si afferma sulla scena internazionale prima con “Who knows”, l’album che l’ha fatto conoscere in Austria, Germania e Svizzera, e poi con “Everyday is gonna be the day” interpretato con la band dei Dark Shadows. Due dischi che evocano fortemente il classico suono soul-blues degli anni sessanta con fiati, solidi groove e suoni d’organo, immersi in un mare di psichedelica.
Con Sapio, il soul man italiano che ha conquistato David Letterman (il singolo “How did you loose it”, tratto dal primo album “Who knows”, è finito nella playlist dello show) si chiude la triade degli appuntamenti targati HMP. 
«La parola chiave è “Less is more” – conclude l’artista – niente orpelli, niente effetti speciali; solo le canzoni, che arrivano dritte al cuore dell’ascoltatore. Il messaggio in questi tempi bui è fortissimo…ogni giorno può essere il giorno giusto (“Everyday is gonna be the day) il giorno che tutti stiamo aspettando, quello del cambiamento».
La platea salernitana non si è fatta scappare l’occasione di ascoltare dal vivo i suoi beniamini: entrambi i concerti si avviano verso il sold out. 
Grandi nomi all’Eremo dello Spirito Santo di Capriglia, ma anche grandi numeri dunque per questa ottava edizione: tantissimi gli estimatori della musica live che si sono già prenotati, con una media di oltre 500 spettatori a serata. Cifre che fanno bene alla musica e hanno già ispirato la messa in opera di una nuova programmazione invernale. 
INFO UTILI. Entrambi i live avranno inizio alle 22. Il costo dei singoli biglietti è di 20 euro per il Koop e 15 per Sapio. Le prevendite sono ancora attive presso Disclan Salerno (089 234832) e postoriservato.it (089 795421).

TEATRO ARBOSTELLA

XII STAGIONE TEATRALE COMICA 2017/2018

Al Teatro Arbostella di Salerno presentato il nuovo cartellone 2017-18: testi di celebri autori interpretati da rinomate compagnie

E’ stato presentato questa mattina presso il Teatro Arbostella di Salerno, il cartellone della XII rassegna di teatro comico amatoriale che avrà inizio nella struttura di Viale Verdi il prossimo 30 settembre per terminare il 13 maggio del 2018. Il decano direttore artistico Gino Esposito insieme alla presidente Immacolata Caracciuolo, accompagnati dalla presenza istituzionale dell’assessore comunale Angelo Caramanno ha illustrato alla stampa gli appuntamenti in programma dal prossimo autunno nel piccolo ma funzionale teatro della zona orientale. Cartellone variegato anche quest’anno con una combinazione di autori classici e contemporanei, per un mix di tradizione e freschezza ma sempre mantenendo fermo il credo della comicità. “Un teatro che è diventato punto di riferimento per la zona orientale e non solo” sono state le parole dell’assessore Caramanno. Delle stesso avviso il direttore artistico Gino Esposito accompagnato dagli attori Giovanni Bonelli e Gaetano Troiano.
Si riparte dunque il 30 settembre, con la rinomata compagnia A.C.I.S. il Sipario di Napoli che presenterà un testo dal titolo “Il Padrone” tratto dall’Avaro di Molière e riportato in chiave partenopea con le magistrali interpretazioni di Rosario Giglio e Sasà Palumbo accompagnati da un gruppo di prima scelta. A seguire la Compagnia Comica Salernitana, la stabile dell’Arbostella si cimenterà in un esilarante testo riscritto e riadattato da Giovanni Bonelli dal titolo “Vaco a Napoli pe n’affare” dove si alterneranno sul palco numerosi personaggi, tutti caratterizzati dalla sapiente regia di Gino Esposito. A novembre esordio sulle tavole del palco di Viale Verdi per una compagnia partenopea affermata la CMS Mario Scarpetta che allieterà la platea con la classica e comica “Tre pecore viziose” di Eduardo Scarpetta, rivisitata in chiave del tutto particolare dalla regia di Mimmo Cacciapuoti. A dicembre un classico edoardiano di prim’ordine messo in scena da un gruppo salernitano di primo ordine che ha vinto premi in tutta Italia: La compagnia dell’Eclissi presenterà l’”Arte della Commedia” con il riadattamento di Felice Avella e la regia di Marcello Andria.
Dopo la pausa natalizia, dove la direzione artistica sta pensando a ricche sorprese, con spettacoli della Compagnia Comica Salernitana di Gino Esposito e l’Antica Italiana di Gaetano Troiano il cartellone ripartirà dal 6 gennaio 2018 con il ritorno di una rodata compagnia napoletana già ospite un paio di anni fa: il gruppo degli Zerottantuno, si misurerà in un testo dal titolo “E’ tornata zitella” tratto da Signori Biglietti di Rescigno e rivisitato da Felice Pace. Da fine gennaio e per i primi due week-end di febbraio un’altra storica conoscenza del pubblico dell’Arbostella: la compagnia TeatroMania di G.Tricarico porterà in scena un frizzante lavoro ridisegnato da Rino Grillo dal titolo “Matrimoni scombinati”.
A seguire risate con gli Amici del Teatro di Antonio Pollio che ritorneranno dopo il successo dello Scarfalietto dell’anno scorso con un altro testo scarpettiano dal titolo: “‘Na Commedia a richiesta”.
A marzo Gaetano Troiano con la sua compagnia All’Antica Italiana metterà in scena un raggiante ed umoristico “Non ci resta che maritarla” di Raffaele Caianiello. Ad aprile il turno di una delle compagnie storiche della rassegna: Gli Ignoti di Napoli misureranno la loro bravura in un altro capolavoro di Eduardo De Filippo dal titolo “La paura numero uno” con Marino Gennarelli e Patrizia Pozzi mentre la chiusura con il botto è affidata come sempre nelle mani della Compagnia Comica Salernitana che regalerà a maggio gli ultimi sorrisi di stagione al pubblico con un divertente testo di Samy Fayad dal titolo “Il Settimo si riposò”.
Illustrati infine ai presenti le attività laboratoriali sia per grandi che per piccini (curati dal maestro Gaetano Troiano accompagnato da un valido staff) che partiranno sempre da ottobre e termineranno con i saggi a giugno. Fissata inoltre la data della rassegna estiva Arena Arbostella in calendario quest’anno dal 28 agosto al 3 settembre.
Chiunque vorrà, potrà sottoscrivere l’abbonamento a 10 spettacoli al costo, invariato, di 90 euro da lunedi 17 luglio sino al 31 luglio, e dal 4 al 29 settembre 2017 (lun/ven 19.30-21.30). La direzione del teatro comunica inoltre che, essendoci stata un vasta adesione al rinnovo della tessera da parte dei vecchi abbonati, il numero dei carnet invenduti è molto limitato per cui si consiglia di affrettarsi all’acquisto. Sconti vantaggiosi per gli studenti universitari e stuzzicanti convenzioni per tutti.
Info e prenotazioni: www.teatroarbostella.it – 089-3867440 – 347-1869810

“Salerno… perché non è Compostela…”

Sabrina Tortorella e Gaia Bassi
Gaia Bassi e Sabrina Tortorella

Stasera alle ore 21.00 primo appuntamento della II Rassegna Estiva Santa Margherita Arte e Teatro con Gaia Bassi in Reading d’Autore  “Salerno… perché non è Compostela…” di Vicente Barra.

L’attrice sarà accompagnata alla chitarra da Paolo Molinari ed alle percussioni da Giancarlo Bassi. Completano il cast artistico Lello Casella e Sabrina Tortorella.

Un racconto coinvolgente su Salerno e San Matteo.

Voce, anima e musica saranno le caratteristiche dello spettacolo che si terrà sul sagrato della chiesa di Santa Margherita.