Lo Scugnizzo diventa ” Italiano di Napoli” in un viaggio suggestivo e incantato

Questo slideshow richiede JavaScript.

Parte da Salerno il nuovo tour di “Italiano di Napoli” , lo spettacolo di Sal Da Vinci con la regia di Alessandro Siani.

Uno spettacolo moderno grazie anche alle coreografie di Marcello e Momo Sacchetta, nel disegno luci di Francesco Adinolfi, nelle scene di Roberto Crea.

Spettacolo che, affascina commuove e fa riflettere

La musica accende la memoria… rievoca ricordi , immagini, amori.

Un attaccamento al territorio, ad un paese, l’Italia, che resta nonostante tutto una terra meravigliosa .

Da Vinci fa sfoggio di una vocalità straripante, tra acuti stentoreii, bassi improvvisi, falsetti, note lunghe, respiri, antiche «vutate» spostate sui registri di un pop fieramente melodico.

La platea femminile, in special modo, apprezza e lo accompagna con la voce ma anche con applausi scroiscianti e convinti.

I brani sono quelli dell ‘album dal titolo “Non si fanno prigionieri “.

Temi a lui cari , frutto anche della partecipazione e collaborazione con i più grandi Autori della canzone italiana, tra i quali spicca il grande Renato Zero, ma ci sono anche pregevoli incursioni nel repertorio della musica italiana e della canzone napoletana.

Ogni canzone( forse troppe? macchè il pubblico femminile le brama , le pretende, le canta ) è la tessera di un affascinante puzzle che diventa l’essenza della nostra anima, dei nostri pensieri, delle nostre emozioni

Ogni passaggio è lo spunto per una riflessione, un aneddoto, uno sketch.

La trama è essenziale : siamo .una fabbrica chiusa, quella dei sogni, metafora di un’Italia che deve destarsi rappresentata dalla faccia pulita della nostra concittadina Gaia Bassi, attrice poliedrica che con la sua vocalità attira il pubblico , o quella divertente di Davide Marotta con l’ottimo Ernesto Lama nel ruolo del custode deluso del sognificio nazionale.

I tre potrebbero essere “usati ” di più ma in definitiva lo spettacolo è un “concerto” : piace , diverte, fa sognare.

Non gettate mai le chiavi dei vostri desideri ma se dovesse succedere e le rivoleste indietro basta andare al Teatro delle Arti “il sogno”si replica oggi alle ore 18,30.

di Sabrina Tortorella

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...