Archivi tag: 2017

C’ERA UNA VOLTA SI TINGE DI ROSSO

Il 19 dicembre al Delle Arti il family show “Babbo Natale nel paese delle zucche”
Hallowen “contro” slitte e renne: il bene e il male allo specchio
Al via anche le visite guidate animate a cura della compagine salernitana

 

Salerno, 17 Novembre 2017 Si respira già aria di Natale con C’era una Volta VI, gli appuntamenti con lo spettacolo per grandi e piccoli ideati dalla Compagnia dell’Arte diretta da Antonello Ronga in collaborazione con il Teatro delle Arti. Dopo il grande successo del primo spettacolo in cartellone, il debutto de “Il segreto dell’Oceano” che ha registrato 1500 spettatori, la stagione prosegue domenica 19 novembre con “Babbo Natale nel paese delle zucche”, un mix tra Halloween (versione paese d’autunno che non fa paura) e slitte con le renne, due mondi agli antipodi specchio del bene e del male. Il copione è scritto a quattro mani da Claudio Tortora e Antonello Ronga, rispettivamente padre e figlio artistico, che insieme hanno elaborato una storia che è un crescendo di emozioni.
LA TRAMA C’era una volta… il mondo di Halloween, dominato dal re delle zucche, Jack, pieno di stravaganti personaggi che divertono e un po’ spaventano. Ma c’era una volta… anche il mondo del Natale, governato dal simpatico Babbo, dove regnano il buonumore, la spensieratezza e le buone azioni, che tutti i bambini amano e desiderano. E se per una strana coincidenza questi due mondi si mescolassero? Cosa farebbe Babbo Natale, riuscirebbe a trasformare il re delle zucche in un buono? In scena una simpaticissima e vivace rappresentazione che racconta una fantasiosa storia in cui la redenzione ed il perdono diventano armi invincibili per poter creare un mondo migliore, qualunque sia l’estrazione sociale o il luogo di appartenenza. Il fulcro del racconto resta l’intramontabile percorso da fare in compagnia dei piccoli spettatori, districandosi tra il bene ed il male, per arrivare alla meta finale: convivenza e rispetto, ed all’inaspettato (ma non troppo) miracolo di Natale.
I PROTAGONISTI A rappresentare il mondo di Halloween saranno Jack, il fabbro del villaggio (Mauro Collina) Odette, la sua fidanzata (Fortuna Capasso) Jill, la sua migliore amica (Katia Caivano) e la maga del villaggio (Renata Tafuri). Babbo Natale sarà interpretato da Massimiliano Palumbo, mentre Valentina Tortora, Federica Buonomo, Martina Iacovazzo e Francesco Canale saranno gli elfi. Nei panni del diavoletto Aleppo Francesco Maria Sommaripa. C’era una Volta non sarebbe possibile senza l’aiuto della Bottega San Lazzaro per le scenografie, il Professional Ballet di Fortuna Capasso del Teatro delle Arti (la Capasso firma anche le coreografie insieme con Davide Raimondo); Cristina Mazzaccaro (vocal coach). A riempire la scena i meravigliosi costumi realizzati dalla sartoria di Rosaria Casaburi e la costumeria firmata Scena Labarte . Prima che piccoli e grandi accedano alla platea, il Nonosolo Gospel di Simona Guida, il coro salernitano che nel corso degli anni ha riscosso notevoli successi nelle diverse esibizioni che hanno toccato Chiese, Teatri, Piazze e tv nazionali, riscalderà gli animi nel foyer tra canzoni natalizie e non solo.
INFO UTILI Tre le repliche domenicali per ogni spettacolo: 11, 17 e 19:15. Il prezzo del singolo biglietto è di 10 euro per il bambino, 12 per l’adulto. Contemporaneamente alla stagione teatrale la Compagnia dell’Arte ha dato il via anche alle visite guidate animate “Salerno tra leggenda e realtà” che si avvarranno di guide turistiche autorizzate dalla Regione Campania. Anche questa un ‘occasione formato family per rimanere incantati col naso all’insù a guardare il campanile del Duomo e ascoltare tutte le leggende che aleggiano sulla città. Le visite si svolgono su prenotazione dal lunedì al sabato. Telefono: 089 221807 – 320 2659282 – http://www.teatrodellearti.com.

CON I FRATELLI GALLO CALA IL SIPARIO SULLA XX EDIZIONE GIFFONI TEATRO

In scena al Giardino i “Sette vizi napoletani” con la partecipazione dell’autore de “I Bastardi di Pizzofalcone” Maurizio De Giovanni.

 

Giffoni Valle Piana, 23 agosto 2017.

 

Ultimo appuntamento al Giardino degli Aranci con la XX edizione dell’evento organizzato e promosso dall’associazione omonima presieduta da Mimma Cafaro, con il sostegno del Comune di Giffoni Valle Piana.
Venerdì 25 agosto i fratelli Gianfranco e Massimiliano Gallo, due partenopei divenuti ormai nomi di spicco delle produzioni televisive, cinematografiche e teatrali, chiudono l’edizione estiva con “Sette vizi napoletani”, uno spettacolo di teatro canzone in cui si raccontano i vizi del popolo al quale entrambi appartengono in modo viscerale.
Autore della commedia è Gianfranco Gallo, che ha già scritto oltre 20 spettacoli teatrali ed è stato interprete di fortunate soap opera (veste i panni di Rocco Giordano in “Un posto al sole”) e di diverse pellicole che hanno ottenuto successo a livello nazionale tra cui “Fortapasc” e il più recente “Indivisibili”. Non è da meno il percorso artistico del fratello Massimiliano che ha collaborato al cinema, tra gli altri, con Edoardo De Angelis, Ferzan Ozpetek e Vincenzo Salemme, recitando inoltre in serie tv come “Il clan dei camorristi”, “I bastardi di Pizzofalcone” e “The Young Pope” di Paolo Sorrentino.
“La Cazzimma”, “La Bizzuocaria”, “La Vittimismeria”, “La Sfrantummazione”, “La Maschimeschinità”, “La Scassoneria”, “La Camorra”, Gallo battezza sette parole che nel suo stile caustico ed ironico accompagneranno gli spettatori in un viaggio unico in cui tradizione e modernità si fondono alla perfezione e che conduce dritto all’indole dei napoletani.
I testi sono molto forti e significativi costituiti da parti comiche ma anche da momenti di commozione e di gran suggestione nel segno della tipica scrittura di Gianfranco, autore ormai con una sua precisa poetica.
La partecipazione di Maurizio De Giovanni, l’autore de “I Bastardi di Pizzofalcone, de “Il Commissario Ricciardi” e di tantissimi altri successi editoriali e televisivi internazionali, rappresenta poi il valore aggiunto dello spettacolo. Lo scrittore è oggi il personaggio napoletano maggiormente riconosciuto come icona di una Napoli alternativa, migliore, in continuo cambiamento, celebrato ed amato su tutto il territorio nazionale coi suoi milioni di lettori. De Giovanni con la sua voce particolarissima ed i suoi occhi spiritati, leggerà brani scritti appositamente e giocherà con i Gallo in modo divertente e provocatorio. Sarà l’avvocato difensore per ognuno di essi. Ad accompagnare i Gallo, anche il chitarrista Antonio Maiello che con il suo strumento e la sua Loop Station fungerà da vera ed originale orchestra. Accanto una band di livello altissimo, musicisti già di Edoardo ed Eugenio Bennato, di Gragnaniello, Sastri e di tanti altri impegnati in “Torna Maggio”, “Assaie”, “Qualcosa arriverà”, Acqua ‘e rose” “Pace e Serenità” di Pino Daniele, “A cchiu’ bella cosa” di Totò. Su di uno schermo immagini e video rievocativi di grande interesse artistico.
INFO UTILI Lo spettacolo avrà inizio alle 21; il costo del biglietto è di 13 euro (comprensivi di prevendita). Per informazioni: Associazione Giffoni Teatro – tel. 339 4611502 – www.giffoniteatro.it –  e-mail: info@giffoniteatro.it; Botteghino del Teatro nei giorni di spettacolo ore 19.00 – 21,30.

TRE PECORE VIZIOSE AL GIARDINO

Mercoledì 23 agosto la Compagnia Giffoni Teatro

 

Giffoni Valle Piana, 21 agosto 2017.

Commedia dell’arte e humor napoletano. Prosegue così Giffoni Teatro, XX edizione dell’evento organizzato e promosso dall’associazione omonima presieduta da Mimma Cafaro, con il sostegno del Comune di Giffoni Valle Piana. A riscaldare la platea ci penserà la Compagnia Giffoni Teatro, protagonista, mercoledì 23 agosto, di “Tre pecore viziose”, il testo di Eduardo Scarpetta riadattato da Giacomo D’Agostino e Rosario Muro che ne cura anche la regia.
“Le pecore viziose” sono Fortunato, Camillo e Felice che, a dispetto della loro situazione familiare, se la spassano con tre giovani donne alle quali lasciano credere di avere serie intenzioni di sposarle. Ma dovranno fare i conti con Ciccillo (Antonino Muro) ex fidanzato di Giulietta e successivamente con Beatrice (Ornella Mele), figura imponente e autoritaria, moglie di Fortunato, zia di Felice, la quale tiene le redini di tutta la famiglia, essendo la ricca proprietaria che amministra tutte le sostanze di casa Precipizio.
Intrecci amorosi e gioco degli equivoci si mescolano per una trama spassosa ed intricata, ambientata nella Napoli di fine ottocento. Tra gli altri interpreti: Paola Mancino (Bettina), Enza Russomando (Concettella), Manuel Stabile (Enrico), Enrica Bovi (Virginia) e Andrea Iacuzzo (Carluccio). Le scene sono di Marcello Gallo, i costumi di Amalia Di Feo
INFO UTILI Lo spettacolo avrà inizio alle 21; Il costo del biglietto è di 8 euro (comprensivo di prevendita). Per informazioni: Associazione Giffoni Teatro – tel. 339 4611502 – www.giffoniteatro.it –  e-mail: info@giffoniteatro.it; Botteghino del Teatro nei giorni di spettacolo ore 19.00 – 21,30.

DEBORA CAPRIOGLIO SUL PALCO DI GIFFONI LUNEDÌ 21 SARÀ BRUNA IN “CALLAS D’INCANTO” L’opera di Roberto D’Alessandro ripercorre la storia pubblica e privata della divina

Giffoni Valle Piana, 19 agosto 2017 Un omaggio ad una grande donna e ad una grande artista. Giffoni Teatro, XX edizione dell’evento organizzato e promosso dall’associazione omonima presieduta da Mimma Cafaro, con il sostegno del Comune di Giffoni Valle Piana, prosegue lunedì 21 agosto, con Debora Caprioglio in “Callas d’incanto”. L’attrice, sul palco del Giardino, sarà Bruna, la fedele governante della “divina”, al suo servizio per oltre 20 anni e quindi sua memoria storica.
Lei è stata l’ombra della Callas e come una Vestale, ne custodisce la memoria, i ricordi, l’idea di una donna che ha rappresentato tutta la sua esistenza, per la quale la sua vita ha avuto ed ha ancora una ragione che va al di là del semplice esistere.
Bruna rappresenta la semplicità, la quotidianità, quella contingenza davanti alla quale non è possibile valutare il genio, del quale tuttavia si avverte la statura, del quale si venera l’immensità di pensiero, la vastità delle imprese.
Così ascoltiamo la storia che ci racconta e ci troviamo al suo fianco a spiare come con vergogna i palpiti di quel cuore, la sua felicità, il suo tormento, tutta la tristezza del mondo.
L’opera, scritta e diretta da Roberto D’Alessandro, si pone quasi come un romanzo attraverso il quale è possibile ripercorrere la storia della Callas, la sua vita, il suo privato.
La sua statura artistica ha diviso il mondo dell’opera in prima e dopo la Callas. La sua capacità di interpretazione ha strappato la scena operistica all’affettazione dei gorgheggi fini a se stessi, ed è riuscita a dare un armonia ai personaggi del melodramma, mostrando sui palcoscenici di tutto il mondo un anima in una voce. Ma qui la Callas non è una voce in una donna, bensì una donna con una voce. E Bruna la racconta con fervore e passione quasi religiosa, soffermandosi maggiormente sul tormento della sua anima.
Ma ci sarà spazio anche per ripercorrere la sua grande storia d’amore, dopo l’incontro con Aristotele Onassis. La loro relazione, ed il triste epilogo concorrono ancora di più a dare alla vicenda una sacralità mitica che pare sussurrarci a tutti come la felicità non è di questa terra se due dei come loro non hanno potuto essere felici.
Bruna durante tutto lo spettacolo attende il ritorno della sua Madame. L’aspetterà per sempre, perché si sente come la tessera di un puzzle che completa un mosaico. Alla fine il desiderio di vedere entrare Maria Callas si fa irresistibile: “Madame – cioè la signora Callas non c’è, sta per arrivare.” E invece la divina non può entrare. Il suo corpo non è più tra noi anche se lei è ancora in mezzo a noi come un idea, una legenda, un mito…per una serata d’incanto.
INFO UTILI Lo spettacolo avrà inizio alle 21; Il costo del biglietto è di 13 euro (comprensivo di prevendita). Per informazioni: Associazione Giffoni Teatro – tel. 339 4611502www.giffoniteatro.it –  e-mail: info@giffoniteatro.it; Botteghino del Teatro nei giorni di spettacolo ore 19.00 – 21,30.

MERCOLEDÌ 16 AGOSTO TOCCA ALLA COMPAGNIA BATTIPAGLIESE FUORI DALLE QUINTE IN “E A MME, ME DANNO A’ PENSIONE”

Giffoni Valle Piana, 13 agosto 2017.

Continua ad essere la risata il filo conduttore di Giffoni Teatro, XX edizione dell’evento organizzato e promosso dall’associazione omonima presieduta da Mimma Cafaro, con il sostegno del Comune di Giffoni Valle Piana.
Mercoledì 16 agosto momenti di pura comicità e sagaci battute cabarettistiche con la Compagnia Fuori dalle Quinte in “E a mme, me danno a’ pensione – ovvero Tonino Cardamone giovane in pensione”, una farsa che attinge dalla vita reale.
La comicità irriverente dell’autore, Paolo Caiazzo, è l’elemento principale di questa commedia, rappresentata magistralmente dalla compagnia teatrale battipagliese che conta nel suo organico ottimi e giovani interpreti che coinvolgeranno il pubblico in un vortice d’ilarità. La regia è di Eduardo Di Lorenzo.
LA STORIA “E a mme, me danno ‘a pensione!” Questo è il pensiero che più di una volta attanaglia la mente di Nicolino Esposito, giovane trentenne precocemente pensionato per disturbi mentali, disturbi che con la sua saggezza, lo aiutano ad analizzare il mondo che lo circonda con estrema lucidità. Ma è matto per davvero o è tutta una finzione per intascare l’assegno a fine mese? In fondo potrebbe darsi che l’unico veramente “lucido” in casa Esposito (con una sorella zitella e tirchia innamorata di un amico di famiglia disoccupato, un cugino convivente sfrattato dalla moglie che si crede il nuovo Zeffirelli, una vicina di casa ambigua e seducente, la domanda sorge spontanea) sia proprio lui. Sarà un controllo di un ispettore dell’Inps a guastare “l’armonia” familiare, innescando uno spettacolo dentro lo spettacolo che alla fine servirà solo ad aumentare la confusione in casa.
Il finale che non ci si aspetta svelerà i retroscena di questa convulsa e divertente vicenda abilmente interpretata oltre che da Di Lorenzo anche da Danilo Candela (Gennaro Che Guevara), Giovanna Trotta (Maria/Karina), Massimiliano Conte (Pasquale/aiutante cuoco), Annamaria Milito (Olga), Bartolomeo Volzone (cuoco giapponese/ispettore Frungillo), Luca Landi (Vaniglia/ispettore Cacace).
INFO UTILI Lo spettacolo avrà inizio alle 21; L’ingresso è gratuito con prenotazione. Per informazioni: Associazione Giffoni Teatro – tel. 339 4611502 – www.giffoniteatro.it –  e-mail: info@giffoniteatro.it; Botteghino del Teatro nei giorni di spettacolo ore 19.00 – 21,30.

L’ingresso è gratuito con prenotazione.

TEATRO NAPOLETANO VENERDÌ 11 AGOSTO AL GIARDINO LA COMPAGNIA TANDEM CON LA COMMEDIA INTELLIGENTE “CE PENZA MAMMÀ”

Giffoni Valle Piana, 9 agosto 2017.

Teatro sì ma napoletano, quello in cui il riso si mescola con il pianto, e vanno in scena emozioni che saziano l’anima. Venerdì 11 agosto Giffoni Teatro, XX edizione dell’evento organizzato e promosso dall’associazione omonima presieduta da Mimma Cafaro, con il sostegno del Comune di Giffoni Valle Piana, prosegue ospitando al Giardino degli Aranci la Compagnia Tandem in “Ce penza mammà”, la commedia intelligente (per la regia di Ciro Rusticale) scritta a quattro mani da Gaetano e Olimpia Di Maio, pronta a far ridere e sorridere lo spettatore con una trama articolata dove non si riesce a fare a meno di affezionarsi ai personaggi.
Un lavoro teatrale in cui sono presenti tutti gli ingredienti della vera commedia tradizionale nel senso più nobile della parola. I momenti grotteschi e comici si alternano a fasi talvolta commoventi regalando allo spettatore, a spettacolo concluso, la leggerezza di una piacevole serata così come solo il buon teatro sa dare.
LA STORIA Una mamma muore in giovanissima età e lascia quattro figli i quali, per volere della stessa, vivono tutti nella casa materna, da lei lasciata in proprietà. Anche da morta la presenza della madre in casa è costante anche nel continuare a dare ai propri figli direttive, consigli e addirittura ordini. Tutto ciò provoca piccoli ed esilaranti litigi e disagi in famiglia.
INFO UTILI Lo spettacolo avrà inizio alle 21; il costo del biglietto è di 8 euro (comprensivi di prevendita). Per informazioni: Associazione Giffoni Teatro – tel. 339 4611502 – www.giffoniteatro.it –  e-mail: info@giffoniteatro.it; Botteghino del Teatro nei giorni di spettacolo ore 19.00 – 21,30.

PASQUALE PALMA DOTTOR FUTURO A GIFFONI

Lunedì 7 agosto al Giardino il comico di Made in Sud
Con lui anche il trio prodigio dei “Malincomici”
Ancora disponibili i biglietti al botteghino del teatro dalle 19.

Giffoni Valle Piana, 5 agosto 2017 Una commedia teatrale tutta da ridere, che gioca sulle differenze tra gli anni ottanta e la realtà contemporanea con gag esilaranti e paradossi temporali. Dopo il grande di Francesco Cicchella, primo ospite di stagione, la XX edizione di Giffoni Teatro, l’evento organizzato e promosso dall’associazione omonima presieduta da Mimma Cafaro con il sostegno del Comune di Giffoni Valle Piana, prosegue lunedì 7agosto con Pasquale Palma tra i più amati comici napoletani, nei anni di “Dottor Futuro”.
Sul palco anche Gennaro Scarpato, Oreste Ciccariello e Mirko Ciccariello, tre giovani talenti provenienti della fucina comica partenopea, noti al pubblico come “I malincomici”, e le attrici Claudia Tranchese e Ida Anastasio.
La commedia, prodotta da Best Live, affida la regia ad Antonio Guerriero che firma anche la sceneggiatura insieme a Palma e Scarpato. Le musiche sono a cura di Tommaso Primo, tra i cantautori più apprezzati dell’attuale scena pop e world music napoletana.
Palma quest’anno ha lasciato Made in Sud portando con sé i suoi mitici personaggi, il rapper Arancino col suo tormentone “nessuno nasce impanato”, “Armando” l’ex fidanzato di Fatima, il fashion blogger “Floriano del Gatto” e il neopoetico ” Eddy Scampia” col la sua canzone ” Tutto a posto”, per intraprendere un percorso artistico diverso. Vanta già la partecipazione a film che hanno sbancato al box office in Italia, su tutti “Si accettano miracoli” di Alessandro Siani.
LA TRAMA Nel 1986 Eugenio Dragonara decide di farsi ibernare per sfuggire alle proprie responsabilità con la garanzia di farsi scongelare nel 2017. Lo scienziato, Dottor Futuro, chiamato per tale operazione però muore e il lavoro toccherà al suo unico nipote, interpretato da Palma, costretto a portare a termine l’esperimento per ricevere l’eredità dello zio. Sono diverse le ritrosie del giovane, prima su tutte il fatto che lui di scienza non capisce niente, e poi non è contento di portare quest’uomo in casa visto che lui non vive da solo. Pasquale infatti è fidanzato con Chiara, una donna quasi trentenne che ama molto, ma che ancora non ha potuto sposare per evidenti problemi economici. A completare questa bizzarra storia ci sono un avvocato, Alfonso Maria Campiello, giovane praticante presso uno studio notarile, che ha il compito di espletare le pratiche testamentarie, e uno studente del centro di ricerche, Nino Siniscalchi, che non fa niente per mascherare la sua scarsa dedizione al lavoro. A complicare non poco la faccenda c’è Lucia, mamma di Chiara e suocera di Pasquale.
INFO UTILI Lo spettacolo avrà inizio alle 21 al Giardino degli Aranci; il costo del biglietto è di 13 euro (comprensivi di prevendita). Per informazioni: Associazione Giffoni Teatro – tel. 339 4611502 – www.giffoniteatro.it –  e-mail: info@giffoniteatro.it; Botteghino del Teatro nei giorni di spettacolo ore 19.00 – 21,30.

LE “MILLEVOCI” DI FRANCESCO CICCHELLA INAUGURANO LA XX EDIZIONE DI GIFFONI TEATRO

Lo show giovedì 3 agosto al Giardino degli Aranci
In scena anche la spalla storica dell’artista Vincenzo De Honestis e un’orchestra di sole donne dirette dal maestro Paco Ruggiero.
Ancora attiva la campagna abbonamenti al costo di 65 euro per i 10 spettacoli in cartellone.

 

Giffoni Valle Piana, 1 agosto 2017 Francesco Cicchella, ugola d’oro, imitatore di innovazione dal sorriso contagioso, sarà il primo ospite di Giffoni Teatro, XX edizione dell’evento organizzato e promosso dall’associazione omonima presieduta da Mimma Cafaro, con il sostegno del Comune di Giffoni Valle Piana.
Giovedì 3 agosto al Giardino degli Aranci (alle 21) il one man show dell’artista dal titolo Millevoci. Mai titolo fu più indicato per raccontare la storia e la verve artistica che Cicchella porta in scena in uno spettacolo di quasi due ore, dove si alternano musica, cabaret, imitazioni ed un significato sociale che invita a riflettere seppur con il sorriso sulle labbra.
Lo spettacolo parte dal centro di tutto: la musica. Lo spartito visto con gli occhi del protagonista, che si racconta negli aneddoti della sua vita da artista e spazia con le sue doti canore dai medley di brani anni ’60/70 rigorosamente rivisitati nei testi, gioca con le note insegnando che con i beat di brani celebri è possibile cantare qualsiasi cosa.
Tre gli “ospiti” nello spettacolo, interpretati dallo stesso Cicchella e che sono anche i suoi cavalli di battaglia nel mondo del cabaret: Gigi D’Alessio e le sue immancabili “inedite – già sentite”, l’infaticabile (e povero) Massimo Ranieri, ed il “napo – americano” Michael Bublè, personaggio che lo ha lanciato nella trasmissione “Made in Sud”.
Al suo fianco un compagno storico, Vincenzo De Honestis, che va molto oltre il ruolo di “traduttore”, e che si presenta in questo contesto spalla DOC e soprattutto “vittima d’eccezione”, grazie al grande feeling tra i due.
Ampio spazio alla tradizione partenopea, con l’interpretazione esilarante di cantanti neo-melodici napoletani e non solo. Cicchella trova il suo personale modo di affrontare anche temi sociali del nostro tempo, senza cadere nell’ovvio e nel banale. Attraverso la musica e l’ironia sul palco esprime tutta la sua energia, non si risparmia.
Niente videoproiezioni, niente ricostruzioni di set, ma come scenografia, la semplice presenza di una band tutta al femminile, che accompagna in musica lo spettacolo. Un fiato, una tastierista, una batterista, chitarra e basso, sotto la direzione di Paco Ruggiero, Maestro musicale che ha collaborato con tanti grandi, ha scritto la sigla dello scorso Casa San Remo e per Papa Francesco, fanno da sottofondo a questo poliedrico artista che regala sul palcoscenico le sue mille anime.
INFO UTILI Lo spettacolo avrà inizio alle 21; il costo del biglietto è di 17 euro (comprensivi di prevendita). Ancora disponibili gli abbonamenti per i 10 spettacoli in cartellone (il prezzo dei singoli biglietti varia dai 7 ai 15 euro; le date del 16 e 20 agosto sono ad ingresso libero su prenotazione) al costo di 65 euro. Per informazioni: Associazione Giffoni Teatro – tel. 339 4611502 – www.giffoniteatro.it –  e-mail: info@giffoniteatro.it; Botteghino del Teatro nei giorni di spettacolo ore 19.00 – 21,30.

Parte il Maratea Film Festival 2017

Ernesto Lama con Nunzia Schiavo e Gaia Bassi presentano un corto dal titolo ” Un voto all’italiana ” per la regia di Paolo Sassanelli.

Questo slideshow richiede JavaScript.

E’ partito ieri il Maratea film Festival con la conferenza stampa di presentazione e proseguirà fino al 29 luglio 2017, nella straordinaria location di Maratea (Potenza).

La rassegna, prodotta dalla Lucana Film Commission, quest’anno si presenta con molte proiezioni, incontri con i personaggi noti del mondo del cinema e tanti dibattiti formativi. Un’iniziativa di grande pregio attraverso la quale si offre la possibilità ai tanti talentuosi giovani film-maker di questa terra d’incontrare illustri attori e registi con i quali sviluppare future collaborazioni.

 Grandi nomi per le giornate del Maratea Film Festival: da una signora del cinema internazionale come Ornella Muti ad attori amatissimi come Emilio Solfrizzi, Christian De Sica, Leonardo Pieraccioni, Valerio Mastandrea, Sergio Castellitto, Margaret Mazzantini, Valeria Golino, Carolina Crescentini e Ambra Angiolini fino a protagonisti del piccolo e del grande schermo come Gaia Amaral, Cristina Donadio, Alessia Ventura, Giovanni Anzaldo, Daniela Marra, Alice Bellagamba e Francesco Ferdinandi.

Durante le cinque serate verranno consegnati dei premi realizzati dal maestro orafo Michele Affidato e sarà disponibile il servizio LIS.

 
Di seguito il programma completo della manifestazione

 

LUNEDI’ 24 LUGLIO
Ore 12.00: conferenza stampa di apertura e presentazione della manifestazione (Piazzetta del Porto di Maratea)

 
MARTEDI’ 25 LUGLIO
Serata di apertura
Ore 20.30 Apertura della Manifestazione e breve dibattito sul settore cinematografico: Cinema, turismo e food experience con Angelo Bencivenga di FEEM (Fondazione Eni Enrico Mattei).
Ore 21.00 Cantiere Lucano | Vetrina dei fermenti del cinema regionale
Robert Vignola e il muto in Basilicata (Teaser 6’)
Dialogo con Michele Carmelo Marino sindaco di Trivigno, Sara Lorusso e Michele Scioscia di Effenove S.r.l.
Bloody River – regia di Tural Manafov (Usa) sceneggiato e interpretato da Giuseppe Santochirico (Anteprima italiana) 21’
Portrait of a land – regia di Silvio Giordano (Spot 4’)
Ore 22.00 “Stelle sotto le stelle: talenti del cinema a favore di pubblico”. Dialogo con Ambra Angiolini e Leonardo Pieraccioni. Presentano la serata Claudio Guerini e Carolina Rey.
Ore 23.00 “A tutto Cinema: sguardi su quel che si muove” L’utile meraviglia. Gli orti saraceni di Tricarico di Prospero Bentivenga 26’
La Signora Matilde. Gossip dal Medioevo – regia di Marco Melluso 70’

 

MERCOLEDÌ 26 LUGLIO
Ore 20.30 Apertura della Manifestazione “Cantiere Lucano | Vetrina dei fermenti del cinema regionale” Crabs (Trailer 2’) regia di Giuseppe Marco Albano
Interno 8 – regia di Dino Santoro 20’
Paride regia di Carlos Solito 20’
Un voto all’italiana regia di Paolo Sassanelli 16’
Saranno presenti gli attori Nunzia Schiavo, Ernesto Lama e Gaia Bassi

Ore 22.00 “Stelle sotto le stelle: talenti del cinema a favore di pubblico”. Protagonista della serata: l’attrice Ambra Angiolini. Dialogo con Cristina Donadio, Peppe Servillo e Valerio Mastrandrea. Presentano la serata Beppe Convertini ed Eva Immediato
Ore 23.00 “Breve omaggio a Paolo Villaggio” Clip “La voce di Fantozzi” di Mario Sesti 8’
Gli attori Daniela Marra, Giovanni Ansaldo, Alice Bellagamba (nella foto) e Francesco Ferdinadi salutano il pubblico di Maratea
Ore 23.30 “A tutto Cinema: sguardi su quel che si muove” Romeo e Giulietta di Massimo Coppola 56’

 

GIOVEDI’ 27 LUGLIO
Ore 11.00 – 13.00 Masterclass con Sergio Castellitto e Margaret Mazzantini (Riservato esclusivamente a coloro che si registreranno online) Ore 20.00 Apertura della Manifestazione
Breve dibattito con Delio Colangelo di FEEM “Cinema e territorio: impatto economico e turistico dell’audiovisivo in Basilicata”.

Ore 20.30 “Cantiere Lucano | Vetrina dei fermenti del cinema regionale” Formazione per un corto finale. L’esperienza di Unisob e Officine Rambaldi
L’ultimo desiderio 16’
Le Ali velate regia di Nadia Kibout 15’
Presentazione de Il Vangelo secondo Mattei di Antonio Andrisani e Pascal Zullino (Trailer 2’)
Ore 21.30 “Mondo YouTubers”, presenta Janet De Nardis: Cane Secco e Matteo Contessi.
Ore 22.00 “Stelle sotto le stelle: talenti del cinema a favore di pubblico”. Dialogo con Emilio Solfrizzi, presenta la serata Francesca Barra
Le Sorelle di Matera: Armando Lostaglio intervista Cinzia Th Torrini e gli attori Elisabetta Pellini, Nando Irene, Pascal Zullino e Antonio Andrisani
Paride Leporace intervista Sergio Castellitto e Margaret Mazzantini
Ore 23.00 “A tutto Cinema: sguardi su quel che si muove” Contando le formiche regia di Giuliano Cremasco 16’
Fortunata regia di Sergio Castellitto 103’

 

VENERDI’ 28 LUGLIO
Ore 20.00 Apertura della Manifestazione
Concerto Vivas: esibizione dell’Orchestra guidata dal Maestro Pasquale Menchise
Da #Potenza a #Maratea per una Basilicata visibile. Dialogo con Sergio Ragone
Ore 20.30 Cantiere Lucano | Vetrina dei fermenti del cinema regionale
Taranta on the road regia di Salvatore Allocca (Trailer 2’)
Non gioco più regia di Sebastiano Luca Insinga (anteprima lucana) 13’
Migrant Film Festival
Video Mic 3’ e The Invisible Work Force 17’
Ore 21.30 Mondo YouTubers, presenta Janet De Nardis: Daniele Doesn’t Matter e Zootropio.
Ore 22.00 RAI Com e Regione Basilicata presentano il Capodanno televisivo 2017.
Ore 22.30 Il presente e il futuro anteriore dei festival.
Tavola rotonda con: Alberto Barbera – Direttore del Festival di Venezia, Emanuela Martini – Direttore del Festival di Torino, Pedro Armocida – Direttore del Festival di Pesaro, Antonio Monda – Direttore del Festival di Roma, Karel Och- Direttore Karlovy VaryIFF.
Ore 23.00 “Stelle sotto le stelle: talenti del cinema a favore di pubblico”. Dialogo con Carolina Crescentini, Valeria Golino e Gaia Amaral. Presenta la serata Francesca Barra.
Alessia Ventura saluta il pubblico di Maratea.
Ore 23.30 “A tutto Cinema: sguardi su quel che si muove”
Urli e risvegli regia di Nicola Ragone 45’
Matera 15/19- I episodio – regia di Fabrizio Nucci, Nicola Rovito e Alessandro Nucci 52’

 

SABATO 29 LUGLIO
Ore 15.00 Cristian De Sica incontra i giovani attori lucani (Riservato esclusivamente a coloro che si registreranno online).
Ore 19.30 Apertura della Manifestazione “Cantiere Lucano | Vetrina dei fermenti del cinema regionale”
Ho scelto di essere libera Rosmy (videoclip 4’)
Franco Rina racconta Cinemadamare (spot 12’)
8 Giugno 1976 regia di Gianni Saponara (Trailer 2’)
Amore disperato regia di Paolo Sassanelli 21’
Ore 21.00 “Tavola rotonda su Le nuove leggi del cinema italiano” con Nicola Borrelli – D.G. MIBACT, Giampaolo D’Andrea – Capo di Gabinetto Ministro Franceschini, Andrea Occhipinti – Fondatore della Lucky Red, Nicola Giuliano – Presidente INDIGO Film, Stefania Ippoliti – Presidente Italian Film Commissions.
Ore 21.30 “Mondo YouTubers”, presenta Janet De Nardis: Casa Surace.
Presentazione dell’accordo con i produttori indiani di Bollywood
Ore 22.30 “Stelle sotto le stelle: talenti del cinema a favore di pubblico”. Dialogo con Ornella Muti e Cristian De Sica, presentano la serata Valentina Bisti e Savino Zaba
Ore 23.30 “A tutto Cinema: sguardi su quel che si muove”
Wonder Woman regia di Patty Jenkins 141’

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

“Prova ad A…mare” fa il pieno alla seconda Rassegna Estiva S. Margherita Arte e Teatro

Ernesto Lama, mattatore nella serata finale con Gaia Bassi.

Premio S. Margherita Arte e Teatro a Ernesto Lama, Don Sabatino Naddeo, Ciro Casella e Pasquale Capozzoli.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Pubblico delle grandi occasioni sul giardino sagrato della chiesa di S. Margherita a Salerno, dove Ernesto Lama e Gaia Bassi, con l’aiuto musicale di Aniello Palomba alla chitarra e Salvatore Cardona al piano, hanno letteralmente entusiasmato con il loro spettacolo Prova ad A….mare.

Poesie, canzoni, frammenti del teatro di Viviani.

Viviani è la strada: le gioie, i dolori, i colori dell’anima.

La verità, la miseria, l’ingiustizia, marchiò le sue sceneggiature con una lingua scarna, aspra, tagliente, ben lontana da quello stile che faceva del teatro colto un’esclusiva delle classi più agiate, riuscendo perciò a coniugare contenuti molto profondi ad una possibilità di fruibilità da parte di tutti, anche attraverso la previsione di vari livelli di interpretazione delle opere.

Lama è grande cultore dell’artista stabiese.  Si vede che è a suo agio nel raccontarlo e nel rappresentarlo ma la sua forza sta nell’affrontarlo come se non lo conoscesse.

Sa che nel teatro di Viviani trova di tutto.

Inizia con ‘O scugnizzo ‘ che è stato anche l’esordio di Viviani.

Il repertorio continua con un ritmo e una grinta impressionante. Una macchina da guerra.

Cammina spedito ma rispettoso, umile.

Porta allo scoperto le emozioni e i sentimenti.

Spettacolo improvvisato quasi una prova con il pubblico.

Ha in mano la tavolozza e come un pittore sceglie, amalgama, sperimenta i colori giusti ora tenui, ora accesi.

Istrionico, ironico, sarcastico, provocatore.

Con lui in scena l’attrice Gaia Bassi che lo asseconda con grazia, eleganza, cuore, anima, ammirazione.

La voce calda di lei, avvolgente, accarezza il numeroso pubblico presente, circa cinquecento persone, che partecipa con grande entusiasmo. Lama si esalta, lo cattura trascinandolo in un vortice di emozioni.

Non mancano gli applausi a scena aperta.

Lui ha i suoi amici, la sua Gaia, il suo chitarrista Aniello Palomba.

Il trio delle meraviglie è in scena a S. Margherita, ma sente che manca qualcosa: e allora?  Trova tra il pubblico il pezzo “arrangiato ” che mancava: il pianista Cardone, componendo cosi l’ennesimo quadro!

Una tela intrigante, viva, palpitante…Si respira l’arte pura!

Per un artista, l’arte è una necessità che non si può manipolare.

Momenti esilaranti, coinvolgenti, un pubblico in visibilio che li applaude a ripetizione.

Lama prende a pretesto ” I Guappi” e porta Viviani a vivere i giorni nostri.

Lo cala nella nuova realtà, nella nuova frontiera della napoletanità: “i neomelodici.”

Arguto e frizzante si impossessa del tema, spara anatemi.

Analizza i versi di queste “arie” new age.

Cerca di spiegare i significati dei testi e come “cultore ” della materia pensa al testimonial chiamando dalla platea un suo amico che è venuto a vederlo.

“Il malcapitato” cerca di dissuaderlo ma lui non sente ragioni, lo vuole sul palco!

Antonio Speranza, attore professionista di origine salernitane, si impossessa del microfono e ti “spara” una canzone neomelodica.

La nuova frontiera della vecchia sceneggiata è qui.

Pubblico letteralmente piegato in due dalle risate.

E’ finita? Macché!!!!!

Prima un duo da pelle d’oca con la Bassi (Rusella Mia) poi a casa di un prete- siamo sul sagrato della chiesa di S. Margherita-  una poesia di Trilussa, poeta satirico romano, dal titolo “l’Uccelletto in Chiesa”.

Pensa bene di affidare il sonetto, pieno di doppi sensi, all’eleganza della sua “complice” Bassi che con estrema cura porta a compimento l’ardua missione.

Il finale è da incorniciare, una splendida ‘ A rumba de scugnizzi, le voci di entrambi si fondono dipingendo una tela intrisa di colori tenui, delicati, sullo sfondo di una serata fantastica fatta di sentimento, arte, amicizia e affetto.

Un teatro povero dove sono poveri anche i sentimenti.

Il vivianeo ha trionfato anche a Salerno: è lui l’emulo di Viviani!

Splendida artista Gaia Bassi, bravi musicisti Antonio Palomba e Salvatore Cardone.

Trionfo meritato e certificato dagli applausi convinti di un pubblico che ha risposto alla grande riempendo tutte le serate della rassegna.

Presenti alla serata l’Assessore al Bilancio Roberto De Luca e il consigliere Nico Mazzeo.

Il segnale è chiaro. Questa parte della città ha sete di cultura, aggregazione, di grandi eventi.

La rassegna giunta alla seconda edizione vuole crescere e si candida a diventare parte integrante degli eventi cittadini.

Il progetto teatro di 90 posti va realizzato al più presto per non disperdere il patrimonio messo insieme in questi anni con duro lavoro.

Un progetto che vuole dare vita ad un vero e proprio polo per la formazione e la didattica teatrale e delle arti in genere

Il Laboratorio Teatro S. Margherita è necessario per completare la rinascita socio culturale del quartiere che è uno dei più popolosi di Salerno.

Investire in cultura paga.

Questi sono   anche produttivi, a volte, più degli investimenti classici sia in termini economici che sociali.

Una citazione su tante, in chiusura, quella del nostro Leo De Berardinis”…non si può bleffare se c’è una civiltà teatrale, il teatro è una grande forza civile, il teatro toglie la vigliaccheria del vivere, la paura del diverso, dell’altro, dell’ignoto, della vita e della morte…”

A Salerno arriva “Muso” del film Step Up

PER LA PRIMA VOLTA A SALERNO IL BALLERINO DI STEP UP 
ADAM SEVANI AKA “MOOSE” DOMENICA 16 AL DOLCE VITA 
Due le lezioni con la star del dance movie più famoso della storia del cinema

Salerno, 14 Luglio 2017   Per gli amanti del genere è indubbiamente un appuntamento da non perdere, un richiamo alla danza di strada che potrebbe attirare l’intero sud Italia, dove lui, la star dell’hip hop internazionale, non si è mai fermato.   
Jn Evens e U.L Crew Dance Project ci lavoravano da anni e finalmente sono riusciti in quello che è anche il loro sogno. Domenica 16 luglio (alle 18 e alle 21) le due associazioni presentano Adam Sevani aka “Moose” al Dolcevita di Salerno (via dei Navigatori).
Venticinque anni appena compiuti, Sevani è cresciuto a Los Angeles in California, ed ha iniziato a danzare molto giovane nella scuola dei suoi genitori. Nel 2008 arriva la consacrazione al grande pubblico con la partecipazione ad una delle saghe dance più famose della storia del cinema. Recita nel film “Step Up 2 - La strada per il successo”, nel ruolo di Robert Alexander III detto “Muso” ed è un grande successo. La sua bravura è così evidente che viene elogiato dal New York Times per aver rappresentato nel film un personaggio che “potrebbe essere il baddest nerd nella storia del film”. Quell’interpretazione gli consente nello stesso anno di vincere anche lo “Young Hollywood Award 2008” come “Miglior Ladro di Scena”. Una consacrazione che si ripeterà l’anno dopo con “Step Up 3D” di cui firma anche le coreografie. Ma non è tutto. È apparso anche in diversi video musicali di Missy Elliot e celebre è la sua battle, la sfida, contro Miley Cyrus (Hannah Montana per Disney Channel) combattuta prima su you tube e successivamente ai Teen Choise Awards. Allegro, affascinante e un po’ bizzarro, è il preferito dai fan del dance movie di tutto il mondo.
Due le lezioni in programma: alle 18 e alle 21. Per partecipare allo stage non bisogna far parte necessariamente di una crew. A fare da supporter ai partecipanti ci saranno gli insegnanti Giovanni Mauriello, Gaetano Porto, Salvatore Capasso, Enzo Iorio, Pina e Giosy by Level Up, Mario Nocera e le crew Urban Key, Unbox, In Da Family, Sharks, Minions.
Per ulteriori informazioni: marionocera.fc@gmail.com; 3348257908.

TEATRO ARBOSTELLA

XII STAGIONE TEATRALE COMICA 2017/2018

Al Teatro Arbostella di Salerno presentato il nuovo cartellone 2017-18: testi di celebri autori interpretati da rinomate compagnie

E’ stato presentato questa mattina presso il Teatro Arbostella di Salerno, il cartellone della XII rassegna di teatro comico amatoriale che avrà inizio nella struttura di Viale Verdi il prossimo 30 settembre per terminare il 13 maggio del 2018. Il decano direttore artistico Gino Esposito insieme alla presidente Immacolata Caracciuolo, accompagnati dalla presenza istituzionale dell’assessore comunale Angelo Caramanno ha illustrato alla stampa gli appuntamenti in programma dal prossimo autunno nel piccolo ma funzionale teatro della zona orientale. Cartellone variegato anche quest’anno con una combinazione di autori classici e contemporanei, per un mix di tradizione e freschezza ma sempre mantenendo fermo il credo della comicità. “Un teatro che è diventato punto di riferimento per la zona orientale e non solo” sono state le parole dell’assessore Caramanno. Delle stesso avviso il direttore artistico Gino Esposito accompagnato dagli attori Giovanni Bonelli e Gaetano Troiano.
Si riparte dunque il 30 settembre, con la rinomata compagnia A.C.I.S. il Sipario di Napoli che presenterà un testo dal titolo “Il Padrone” tratto dall’Avaro di Molière e riportato in chiave partenopea con le magistrali interpretazioni di Rosario Giglio e Sasà Palumbo accompagnati da un gruppo di prima scelta. A seguire la Compagnia Comica Salernitana, la stabile dell’Arbostella si cimenterà in un esilarante testo riscritto e riadattato da Giovanni Bonelli dal titolo “Vaco a Napoli pe n’affare” dove si alterneranno sul palco numerosi personaggi, tutti caratterizzati dalla sapiente regia di Gino Esposito. A novembre esordio sulle tavole del palco di Viale Verdi per una compagnia partenopea affermata la CMS Mario Scarpetta che allieterà la platea con la classica e comica “Tre pecore viziose” di Eduardo Scarpetta, rivisitata in chiave del tutto particolare dalla regia di Mimmo Cacciapuoti. A dicembre un classico edoardiano di prim’ordine messo in scena da un gruppo salernitano di primo ordine che ha vinto premi in tutta Italia: La compagnia dell’Eclissi presenterà l’”Arte della Commedia” con il riadattamento di Felice Avella e la regia di Marcello Andria.
Dopo la pausa natalizia, dove la direzione artistica sta pensando a ricche sorprese, con spettacoli della Compagnia Comica Salernitana di Gino Esposito e l’Antica Italiana di Gaetano Troiano il cartellone ripartirà dal 6 gennaio 2018 con il ritorno di una rodata compagnia napoletana già ospite un paio di anni fa: il gruppo degli Zerottantuno, si misurerà in un testo dal titolo “E’ tornata zitella” tratto da Signori Biglietti di Rescigno e rivisitato da Felice Pace. Da fine gennaio e per i primi due week-end di febbraio un’altra storica conoscenza del pubblico dell’Arbostella: la compagnia TeatroMania di G.Tricarico porterà in scena un frizzante lavoro ridisegnato da Rino Grillo dal titolo “Matrimoni scombinati”.
A seguire risate con gli Amici del Teatro di Antonio Pollio che ritorneranno dopo il successo dello Scarfalietto dell’anno scorso con un altro testo scarpettiano dal titolo: “‘Na Commedia a richiesta”.
A marzo Gaetano Troiano con la sua compagnia All’Antica Italiana metterà in scena un raggiante ed umoristico “Non ci resta che maritarla” di Raffaele Caianiello. Ad aprile il turno di una delle compagnie storiche della rassegna: Gli Ignoti di Napoli misureranno la loro bravura in un altro capolavoro di Eduardo De Filippo dal titolo “La paura numero uno” con Marino Gennarelli e Patrizia Pozzi mentre la chiusura con il botto è affidata come sempre nelle mani della Compagnia Comica Salernitana che regalerà a maggio gli ultimi sorrisi di stagione al pubblico con un divertente testo di Samy Fayad dal titolo “Il Settimo si riposò”.
Illustrati infine ai presenti le attività laboratoriali sia per grandi che per piccini (curati dal maestro Gaetano Troiano accompagnato da un valido staff) che partiranno sempre da ottobre e termineranno con i saggi a giugno. Fissata inoltre la data della rassegna estiva Arena Arbostella in calendario quest’anno dal 28 agosto al 3 settembre.
Chiunque vorrà, potrà sottoscrivere l’abbonamento a 10 spettacoli al costo, invariato, di 90 euro da lunedi 17 luglio sino al 31 luglio, e dal 4 al 29 settembre 2017 (lun/ven 19.30-21.30). La direzione del teatro comunica inoltre che, essendoci stata un vasta adesione al rinnovo della tessera da parte dei vecchi abbonati, il numero dei carnet invenduti è molto limitato per cui si consiglia di affrettarsi all’acquisto. Sconti vantaggiosi per gli studenti universitari e stuzzicanti convenzioni per tutti.
Info e prenotazioni: www.teatroarbostella.it – 089-3867440 – 347-1869810

TEATRO VERDI

INAUGURAZIONE STAGIONE TEATRALE
GRANDE TEATRO

Abbonamento a 10 Spettacoli
Turni A/B/C/D

da giovedì 26 a domenica 29 ottobre
CLAUDIA CARDINALE OTTAVIA FUSCO
LA STRANA COPPIA
Un progetto registico di Pasquale Squitieri
di Neil Simon / traduzione Luigi Lunari / realizzato da Antonio Mastellone

da giovedì 2 a domenica 5 novembre
ISABELLA FERRARI IAIA FORTE
COME STELLE NEL BUIO
di Igor Esposito / regia Valerio Binasco

da giovedi 16 a domenica 19 novembre
VIRGINIA RAFFAELE
PERFORMANCE
di Virginia Raffaele e Giampiero Solari / regia Giamp

da giovedì 18 a domenica 21 gennaio
EROS PAGNI, GAIA APREA SEI PERSONAGGI IN CERCA D’AUTORE
di Luigi Pirandello / regia Luca De Fusco

da giovedì 25 a domenica 28 gennaio
LAURA MORANTE
LA LOCANDIERA B&B
liberamente tratto da La Locandiera
di Carlo Goldoni / adattamento Edoardo Erba / regia Roberto Andò

da giovedì 1 a domenica 4 febbraio
MARIANGELA D’ABBRACCIO GEPPY GLEIJESES FILUMENA MARTURANO
di Eduardo De Filippo / regia Liliana Cavani

da giovedì 22 a domenica 25 febbraio
ARTURO BRACHETTI
SOLO

da giovedì 1 a domenica 4 marzo
DANIELE RUSSO
IL GIOCATORE
di Fëdor Dostoevskij / adattamento Vitaliano Trevisan / regia Gabriele Russo

da giovedi 15 a domenica 18 marzo
ALESSANDRO PREZIOSI
VINCENT VAN GOGH L’ODORE ASSORDANTE DEL BIANCO
di Stefano Massini / regia Alessandro Maggi

da giovedì 22 marzo a domenica 25 marzo
FRANCESCO DI LEVA GIOVANNI LUDENO
IL SINDACO DEL RIONE SANITÀ
di Eduardo De Filippo / con la partecipazione di MASSIMILIANO GALLO / regia Mario Martone

CONTEMPORANEI / TEATRO CIVILE
Abbonamento a 5 Spettacoli

giovedì 9 novembre
venerdì 10 novembre matineè per le scuole ore 10.30
LUCIA MASCINO
ANATOMIA DI UNA SOLITUDINE
dedicato alla poetessa Idea Vilariño scritto e diretto da Lucia Calamaro

venerdì 12 gennaio
CORRADO AUGIAS
O PATRIA MIA… LEOPARDI E L’ITALIA
di Corrado Augias / regia Angelo Generali

sabato 10 febbraio domenica 11 febbraio fuori abbonamento
LINO MUSELLA
ANDREA RENZI
TONY LAUDADIO
IL SERVO
di Robin Maugham / regia Andrea Renzi, Pierpaolo Sepe

martedì 27 febbraio
SIMONE CRISTICCHI
IL SECONDO FIGLIO DI DIO
di Simone Cristicchi / regia Antonio Calenda

mercoledì 7 marzo
GIANRICO CAROFIGLIO LA MANOMISSIONE DELLE PAROLE
di Gianrico Carofiglio / regia Teresa Ludovico

Gaia Bassi e Ernesto Lama a Salerno

Ospiti della II Rassegna Estiva Santa Margherita Arte e Teatro

Rassegna 1 ok-001 (10)

E’ iniziata il 4 Luglio u.s. la seconda edizione della rassegna estiva “Santa Margherita Arte e Teatro”. La rassegna vede quest’anno la prestigiosa partecipazione di Gaia Bassi ed Ernesto Lama, attori che da poco hanno terminato il tour dei maggiori teatri nazionali con Massimo Ranieri nello spettacolo “Teatro del Porto” di scena anche al Teatro Verdi di Salerno.

L’attrice Gaia Bassi sarà impegnata nella serata del 13 Luglio con Reading d’Autore “Salerno… perchè non è Compostela…” di Vicente Barra, scrittore salernitano che con questo libro completa la trilogia dedicata alla nostra città ed al suo Santo protettore San Matteo. La poliedrica attrice sarà affiancata dagli attori salernitani Lello Casella, Sabrina Tortorella e dalle professionalità di Paolo Molinari alla chitarra e Giancarlo Bassi alle percussioni.

Altro appuntamento di rilievo il 14 Luglio con lo spettacolo comico “E’ Miracòl e’ Santa Margherita” con il gruppo “Teatrando Teatro” del Laboratorio Teatro Santa Margherita.

Il 15 Luglio grande serata di ballo latino-americano curata dal Maestro Mimmo Borgo della “Starlight Dance Salerno”, con il DJ Ernesto El Chegue.

La narrazione sarà protagonista nella serata del 18 Luglio con lo spettacolo “I Quattro Giganti” dell’Associazione “Saremo Alberi”.

Gran finale il 19 Luglio con la prima nazionale di “Prova ad A…mare” esilaranti pieces teatrali con Gaia Bassi ed Ernesto Lama. I due bravissimi attori e cantanti saranno accompagnati alla chitarra da Aniello Palomba.

La location della manifestazione è collocata nel meraviglioso scenario del sagrato della chiesa di Santa Margherita.

Gli spettacoli inizieranno alle ore 21.00.

La direzione artistica della rassegna è affidata a Lello Casella e Sabrina Tortorella.

Teatro delle Arti

E’ stata presentata ieri mattina, presso il Salone del Gonfalone del Comune di Salerno, la stagione teatrale del Teatro Delle Arti di Salerno. Alla presenza di Ermanno Guerra, il direttore artistico Claudio Tortora e il presidente del Cos Pina Testa, hanno annunciato i 10 spettacoli inseriti nel cartellone 2017/2018 e i sette eventi dedicati alla danza e alla comicità in collaborazione con il Teatro Ridotto.

Si parte come sempre ad ottobre e si finirà a maggio.

Tanti, tantissimi i volti noti ed amati dal pubblico che si alterneranno sul palco del teatro salernitano. Con date ancora da definire, chi vorrà assistere alla stagione teatrale potrà vedere lo spettacolo di Carlo Buccirosso “Il pomo della discordia”, ed ancora Gino Rivieccio, Sandra Milo, Fanny Cadeo e Marina Suma in “Mamma… ieri mi sposo”, si continua con Massimo Dapporto in “Un borghese piccolo piccolo”, Sal Da Vinci in “Italiano di Napoli”, Francesco Cicchella in “Millevoci”, Biagio Izzo in “Mi manda Picone”, Gianfranco Jannuzzo e Debora Caprioglio in “Alla faccia vostra!!”, la compagnia del Teatro Totò in “Hai un amico all’Inps?”, e poi ancora Maria Amelia Monti in “Miss Marple, giochi di prestigio” e infine Pamela Villoresi e Claudio Casadio in “Il mondo non mi deve nulla”. Tre gli appuntamenti, fuori abbonamento, con la danza, la grande danza che vedranno come protagonisti Raffaele Paganini, Michele Carfora e Fredy Franzutti.

Mentre sono quattro gli appuntamenti, anche questi fuori abbonamento, con la comicità, in collaborazione come detto con il Teatro Ridotto diretto da Gianluca Tortora. Tra i protagonisti di questi appuntamenti ci sono Gigi e Ross in “Troppo napoletano”, Federico Salvatore, Giacomo Rizzo, Gianfranco e Massimiliano Gallo.

Per tutti coloro che volessero abbonarsi alla stagione del Teatro Delle Arti o acquistare i biglietti per i singoli spettacoli, basta andare al botteghino della struttura sita in via Grimaldi 7, oppure telefonare al numero 089221807