Archivi tag: arte

Arte e Cultura. Territorio, tecnologie e nuove opportunità. Incontro al Marte di Cava dei Tirreni

Venerdì 12 luglio  alle 19.30 al Marte Mediateca di Cava dei Tirreni
L’incontro rientra tra gli eventi della mostra a cura di Vincenzo Morra
IL DIALOGO DEI CONTRAPPOSTI #2 I PROTAGONISTI DEL ’900

Salerno, 10 luglio 2019  Primo appuntamento extra della mostra «Il dialogo dei Contrapposti #2. I protagonisti del ‘900» a cura di Vincenzo Morra, l’esposizione ospitata presso la Sala Contemporanea del Marte Mediateca di Cava dei Tirreni che comprende circa 40 opere, capolavori unici nel loro genere, realizzati da grandi maestri dell’arte contemporanea: Mimmo Rotella, Mimmo Paladino, Mario Schifano, Sandro Chia, Emilio Tadini, Salvo, Salvatore Fiume, Giuliano Grittini, Daniela Lupi, Francesco Pezzuco, Mariano Bruno, Mario Ferrante, Francesco Paolantoni, Sergio Williams, Michele Circiello.

S. Fiume - Ragazza sdraiata - Serigrafia Polimaterica su broccato
S. Fiume – Ragazza sdraiata – Serigrafia Polimaterica su broccato

L’esposizione, inaugurata il 21 giugno scorso, conferma l’importanza della sinergia tra Istituzioni e privati, necessaria per un rilancio del territorio in chiave culturale ed economica, considerato che l’arte rappresenta uno dei volani importanti del turismo, non solo d’élite ma anche di massa.
In questa chiave di rilancio del territorio venerdì 12 luglio alle 19.30 si terrà un incontro dal titolo “Arte e cultura. Territorio, tecnologie e nuove opportunità”. Saranno presenti esponenti del mondo imprenditoriale e culturale.

SALVO - 133 x 103 acquatinta _ acquaforte - paesaggio tropicale
SALVO – 133 x 103 acquatinta _ acquaforte – paesaggio tropicale

Interverranno: Armando Lamberti, Vicesindaco con delega alla Cultura del Comune di Cava de’ Tirreni, Mario Del Pezzo, Manager Italia Campania, Vincenzo Adinolfi, MusEolo, Costantino Caturano, GAL Taburno Consorzio, Maria Lamberti, Lamberti Design, Vincenzo Morra, Morra Arte studio e Rosario Memoli del Marte.
Modera l’incontro Augusto Ozzella di Cosmoart.
Seguirà il concerto di Ivan Romano “L’arte e la musica Trio tour” e l’aperitivo offerto da Vigne Sannite. L’ingresso è libero.
INFO UTILI Il dialogo dei Contrapposti #2. I protagonisti del ‘900 è organizzata da Morra Arte Studio, Associazione C’è Cultura su Marte, Associazione Cosmoart, Marte Mediateca Arte Eventi. La mostra sarà visitabile tutti i giorni: dal lunedì al giovedì (10,00-13,00/17,00 – 19,30) ed il venerdì e sabato 10,00-13,00 / 17,00 – 24,00) fino al 31 luglio. L’ingresso è gratuito. Per informazioni e prenotazioni: 089 9481133 – 333 6597109, www.grandimostremarte.com.

“Looks” di Olga Marciano

Al museo Diocesano “San Matteo” di Salerno in esposizione fino al 16 giugno.

Mentre l’uomo sbarca sulla luna negli anni settanta, lei, la piccola Olga Marciano preferisce, seduta a cavalcioni sulle gambe della nonna Olga, sentir parlare d’arte, esplorare un mondo che ben presto sarebbe diventato il suo. Così senza bacchetta magica ma con sapiente e determinato estro la piccola si trasformerà in un’icona dei visi, degli sguardi, di occhi pronti a farti annegare in un mare di dolcezza. Sarà un susseguirsi di mostre, premi alla carriera, coinvolgimenti verso l’ambiente suggellati da sculture giganti a forma di sirene, le “Deae Maris” che lasciano messaggi misteriosi in semplici bottiglie ad incoronarla come artista ineguagliabile e attesa in svariate biennali d’arte d’Italia.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Il vernissage del 7  giugno u.s. in esposizione fino al 16 non tratta di foto di donne che si sono messe in posa: sono quadri! O meglio, opere d’arte che regalano un’esperienza sensoriale unica al suo osservatore. Stiamo parlando di Nyuma, Maria di Magdala, Beatrice , le donne dipinte dal loro sapiente maestro Olga marciano, conterranea , nonché ideatrice e curatrice della Biennale d’Arte Contemporanea di Salerno, che, in questa imperdibile collezione, ha voluto focalizzare l’attenzione non sulla bellezza femminile, solitamente soggetto di quadri, ma esaltare la profondità dei visi puntando l’attenzione sugli occhi ritratti sapientemente ora azzurri, ora verdi, neri, socchiusi, tanto da sembrare così reali fino a nascondersi attoniti dietro il vetro di un bicchiere mezzo pieno. Incantevoli, dolcissimi, profondi, carichi di trasporto! Semplici donne, mediterranee, i cui contorni sono in grado di esprimere il realismo didascalico di un’artista immensa che con impasti di colori ad olio ne riempie magistralmente la forma dei volti tracciandone un’identità fatta di sole linee cromatiche che sprigionano una luce! “Per ogni minuto che teniamo gli occhi chiusi, perdiamo sessanta secondi di luce” diceva G.G. Marquez, quindi perché non fissarli? Una mostra da non perdere se non fosse altro per lo stile elevato della Marciano che non evoca la donna ma la descrive analiticamente col suo pennello e finisce per toccare l’anima!

Sabrina Tortorella