Archivi tag: capricorner

Aria e mare e cucchiarelle fanne e pizze belle!

Estate 2019 al Lido Marilina con Capricorner serate di sapori, bella gente e profumo di mare.

Pizze fumanti sfornate dal genio e sregolatezza di Donato Lardieri uno showman del forno a legna.

Grani antichi mescolati con grande maestria, un impasto leggero che cresce con poco lievito cullato dalle onde del mare. Primi piatti di qualità e fantasia. Frittura di pescato del giorno, “pizzelle” passate in una fragrante impanatura. Stecche di pasta “crisciuta” avvolte in “collinette” di nutella e nocciole. Birre di qualità, vino dei Colli Salernitani.

Questa presentazione richiede JavaScript.

La preparazione sfiora il sacro, niente di banale.

Il prodotto finale viene servito in uno scenario semplice, suggestivo, inebriante.

Tavoli rivolti alle due costiere, Capri chiaramente visibile.

La storia sotto i tuoi occhi.  Riti, antiche usanze, tradizioni   si mescolano alla musica enfatica delle onde.   Emozioni allo stato puro!

Puoi trovare anche dei tavoli sul bagnasciuga perché Donato è un sentimentale.

Insieme ai suoi splendidi figli, ti coccola, ti riempie di carinerie, mescola amicizia e simpatia quasi come i grani antichi.

Le pizze tutte fragranti, gustose, leggere, nun se “nghiommano”.

Accoglienza, amicizia, fratellanza: Capricorner è un miracolo sociale.

Si incontrano, artisti, gente comune, professionisti.

Donato componente di un gruppo, di amici buongustai, denominato “I figli delle Cucchiarelle” molto attivo su Facebook, riesce a far uscire gli internauti allo scoperto.

Questi, finalmente liberati e resi umani, lasciano i loro “profili” e si ritrovano su questa semplice terrazza dove la natura è viva, palpitante.

Un po’ arrugginiti, inanimati, succubi da “overdose social” loro malgrado, si lasciano piano piano avvolgere dai profumi, dai sapori, si scoprono simpatici, allegri.

La pizza come rimedio sociologico alla noia, alla solitudine quotidiana dell’essere “solitudinoso”. L’essenza della vita, la poesia del gusto, dei sapori, una spiaggia di umanità.

La gente al Capricorner si incontra e vive storie vere, piene di semplicità.

Il mare, i profumi, le facce, le risate.

Capricorner di Donato Lardieri sintetizza tutto questo.  Uno spettacolo unico intriso di emozione, di grande calore umano. Un’esperienza sensoriale unica capace di far rivivere lo spirito magico di Salerno mentre le onde, nel loro lento movimento, variano di colore e forma.

Chest’è! … Una pizza “all’ariaemare” e un “Ichnusa”! scusate se è poco!!!!

Si cerca, ora, una location per l’inverno. Scommettiamo che sarà un palcoscenico antico? Capricorner debutterà nel centro storico a Salerno? Aspettiamo pazienti la giusta lievitazione.

si chiude la III edizione della rassegna s. margherita arte e teatro

Serata di grande comicità con il duo Avallone-Bonelli della Compagnia Comica Salernitana, O’ figlio ‘e pàtemo” è una commedia brillante scritta a quattro mani dai due. Con loro completano il cast Lucia Aceto, Francesca Musa e Enzo Galdo.

Diciamo subito che ci siamo divertiti perché questi riescono sempre a trovare il modo per ribaltare gli schemi e sfornare battute a ripetizione, gags che rivoluzionano o meglio stravolgono il testo e ogni volta sembra di assistere a uno spettacolo diverso. Infatti, se non fosse per la storia che non cambia, quella di due fratelli che si devono dividere un’eredità “indivisa” che un fratello tenta di fare il colpo grosso grazie alle disgrazie dell’altro, sarebbe il caso di dargli un titolo diverso. Quale? “Faccio a pezzi il copione?” Il titolo mi viene parafrasando un testo di Salemme, che calza a pennello perché prossimamente questi due volponi presenteranno “… E fuori nevica“, grazie al fatto che sono riusciti “pregandolo” a ottenere il permesso per rappresentarlo. Loro dicono che è stato Salemme a “pregare loro” ma vi garantisco che è il contrario. Comunque lo spettacolo? Si. “O’ figlio ‘e pàtemo” chiude la Rassegna S. Margherita Arte e Teatro sin dalle prime battute si crea quell’empatia necessaria, vitale, per rompere quella terza parete che divide loro (i due volponi) dal pubblico. Diventa tutto un solo spaccato: comicità e applausi, applausi e comicità. Piace la loro spontaneità, la loro simpatia, il saper fronteggiare anche eventi fortuiti, questa volta la pioggia non c’entra.

Questa presentazione richiede JavaScript.

Cavalcano l’onda emotiva di un pubblico appassionato, caldo, concentrato sulle loro battute. In platea si respira quella meravigliosa sensazione del lasciarsi andare a ridere e loro la sentono ci ricamano, se la cuciono addosso. Lo spettacolo piace è la degna chiusura di una rassegna che ha dato enormi soddisfazioni agli organizzatori Lello Casella e Sabrina Tortorella bravi a credere di poter sfruttare uno spazio, una location cui nessuno dava un minimo di credibilità. Si sa la creatività può far vivere anche il sogno più impossibile ed ecco che le idee e i sogni si realizzano. Un angolo senza nome, un esterno poco curato fino a quel momento, diventa un salotto vivo, palpitante, dove l’arte si mette in scena.

LELLO CASELLA E SABRINA TORTORELLA
LELLO CASELLA E SABRINA TORTORELLA

Il salotto è pronto e ogni sera si rinnova con la sua carica di passione, di entusiasmo, di cultura e di socialità. Quasi mille presenze complessive. Bravi a crederci loro ma anche il Comune di Salerno in persona del consigliere Nico Mazzeo una persona disponibile e fattiva. Un grazie va anche a Don Sabatino Naddeo che ha voluto dare fiducia al progetto di trasformazione. Un grazie, poi, a tutti gli artisti che si sono alternati in queste sere di luglio fresche e intrise di tanta, tanta passione. Nella serata finale ultimi due riconoscimenti. Premio Santa Margherita Arte e Teatro a Maurizio Paolillo (clicca qui) e a “Capricorner” di Donato Lardieri, il locale ufficiale della Rassegna dove la pizza “nunseghiomm”.

Grazie al pubblico che numerosissimo è stato presente con grande entusiasmo. Lello Casella e Sabrina Tortorella felici di aver potuto vivere infinite emozioni sono già all’opera per proporre un cartellone invernale e per programmare la IV Rassegna estiva nel 2020.