Archivi tag: musica

SUNRISE MASS di Ola Gjeilo

L’Associazione Estro Armonico e l’Associazione LAES “L’Arte è Salute”  hanno realizzato un progetto di esecuzione del concerto per coro e orchestra d’archi.

L’opera, composta dal norvegese Ola Gjeilo fra il 2007 e il 2008, pur mantenendo la struttura canonica della Messa, prevede ad ogni movimento l’assegnazione di un titolo in inglese, per aiutare il pubblico ad entrare nel senso che l’autore ha voluto dare alla composizione. Un viaggio spirituale e metafisico dal cielo alla terra, attraverso le ricercate immagini sonore diverse per ogni movimento.

L’opera verrà eseguita da oltre 100 cantori provenienti da tutta la Campania. Un numero cospicuo di tali cantori è rappresentato dai componenti delle tre formazioni corali dell’Associazione Estro Armonico, ovvero il Coro misto “Estro Armonico”, il Coro giovanile “Il Calicanto”, e il Coro di voci bianche “Il Calicanto”. Ma ci saranno anche rappresentanze del Coro polifonico “Casella”, Coro “Crescent”, Coro “D’altroCanto”, Coro “Kantika Vocal Ensemble” e Coro “Sui Generis”.

All’esecuzione dell’opera parteciperà un’orchestra d’archi composta da una validissima rappresentanza dei musicisti campani. Si tratta dell’Ensemble Lirico Italiano, i cui componenti sono:

Violini Primi: Ilario Ruopolo, Flavia Civico

Violini Secondi: Sergio Martinoli, Alessia Avagliano

Viole: Paolo Di Lorenzo, Laura Quarantiello

Violoncelli: Francesco D’Arcangelo, Francesco Parente

Contrabbasso: Luigi Lamberti

 

L’intera operazione verrà diretta dal Maestro Stojan Kuret, mentre la vocalità curata dal Maestro Martina Burger, con la collaborazione del Maestro Petra Grassi.

Il Direttore artistico dell’intera organizzazione è il Maestro Silvana Noschese.

Il concerto si terrà il giorno 20/06/2018 a Salerno, alle ore 20:30, nella Chiesa di San Benedetto (Via San Benedetto, SA), e costituirà un’anteprima della “Festa della Musica” che si svolgerà il 21/06/2018 in tutta la provincia di Salerno, con l’organizzazione di svariate tipologie di concerti.

Questa iniziativa è nata nel Settembre 2017 all’interno del progetto di formazione “In Coro”, organizzato dall’Associazione Estro Armonico. Cori e cantori provenienti da diverse realtà corali della provincia e della regione si sono riuniti in incontri trimestrali, per studiare con i Maestri Stojan Kuret, Martina Burger, Petra Grassi, Silvana Noschese, e con la formatrice Maria Vittoria Lanzara.

La “Sunrise Mass” rappresenta dunque il punto di arrivo di un percorso formativo durato un anno, dal Settembre 2017 al Giugno 2018. 

L’attività di entrambe le Associazioni sul territorio mira alla sensibilizzazione culturale e all’aggregazione sociale attraverso la musica.

L’Associazione Estro Armonico si occupa dell’aspetto artistico e fomativo, puntando a produzioni di qualità e alla divulgazione dei vari stili della cultura corale attraverso le sue tre compagini: adulti, giovani e bambini. Testimonianza di tale attività sono non solo i diversi concerti proposti nel tempo in città e provincia, ma anche l’organizzazione di laboratori di musica corale presso alcune scuole della città, di eventi culturali e formativi di respiro nazionale.

L’Associazione LAES “L’Arte è Salute” si occupa di progetti legati alla salute fisica e spirituale, il tutto attraverso le arti e il loro svolgimento, coinvolgendo in tali lavori tutte le generazioni, dalle più piccole alle più grandi.

Simbolo dell’attività di entrambe le Associazioni è la rassegna corale nazionale “Cantagiovani”, un momento soprattutto di formazione oltre che di competizione, oramai arrivato alla sua 11° edizione, e che ha visto proprio nel Maggio 2018 la partecipazione di oltre 200 coristi provenienti da tutta Italia.

“Prova ad A…mare” fa il pieno alla seconda Rassegna Estiva S. Margherita Arte e Teatro

Ernesto Lama, mattatore nella serata finale con Gaia Bassi.

Premio S. Margherita Arte e Teatro a Ernesto Lama, Don Sabatino Naddeo, Ciro Casella e Pasquale Capozzoli.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Pubblico delle grandi occasioni sul giardino sagrato della chiesa di S. Margherita a Salerno, dove Ernesto Lama e Gaia Bassi, con l’aiuto musicale di Aniello Palomba alla chitarra e Salvatore Cardona al piano, hanno letteralmente entusiasmato con il loro spettacolo Prova ad A….mare.

Poesie, canzoni, frammenti del teatro di Viviani.

Viviani è la strada: le gioie, i dolori, i colori dell’anima.

La verità, la miseria, l’ingiustizia, marchiò le sue sceneggiature con una lingua scarna, aspra, tagliente, ben lontana da quello stile che faceva del teatro colto un’esclusiva delle classi più agiate, riuscendo perciò a coniugare contenuti molto profondi ad una possibilità di fruibilità da parte di tutti, anche attraverso la previsione di vari livelli di interpretazione delle opere.

Lama è grande cultore dell’artista stabiese.  Si vede che è a suo agio nel raccontarlo e nel rappresentarlo ma la sua forza sta nell’affrontarlo come se non lo conoscesse.

Sa che nel teatro di Viviani trova di tutto.

Inizia con ‘O scugnizzo ‘ che è stato anche l’esordio di Viviani.

Il repertorio continua con un ritmo e una grinta impressionante. Una macchina da guerra.

Cammina spedito ma rispettoso, umile.

Porta allo scoperto le emozioni e i sentimenti.

Spettacolo improvvisato quasi una prova con il pubblico.

Ha in mano la tavolozza e come un pittore sceglie, amalgama, sperimenta i colori giusti ora tenui, ora accesi.

Istrionico, ironico, sarcastico, provocatore.

Con lui in scena l’attrice Gaia Bassi che lo asseconda con grazia, eleganza, cuore, anima, ammirazione.

La voce calda di lei, avvolgente, accarezza il numeroso pubblico presente, circa cinquecento persone, che partecipa con grande entusiasmo. Lama si esalta, lo cattura trascinandolo in un vortice di emozioni.

Non mancano gli applausi a scena aperta.

Lui ha i suoi amici, la sua Gaia, il suo chitarrista Aniello Palomba.

Il trio delle meraviglie è in scena a S. Margherita, ma sente che manca qualcosa: e allora?  Trova tra il pubblico il pezzo “arrangiato ” che mancava: il pianista Cardone, componendo cosi l’ennesimo quadro!

Una tela intrigante, viva, palpitante…Si respira l’arte pura!

Per un artista, l’arte è una necessità che non si può manipolare.

Momenti esilaranti, coinvolgenti, un pubblico in visibilio che li applaude a ripetizione.

Lama prende a pretesto ” I Guappi” e porta Viviani a vivere i giorni nostri.

Lo cala nella nuova realtà, nella nuova frontiera della napoletanità: “i neomelodici.”

Arguto e frizzante si impossessa del tema, spara anatemi.

Analizza i versi di queste “arie” new age.

Cerca di spiegare i significati dei testi e come “cultore ” della materia pensa al testimonial chiamando dalla platea un suo amico che è venuto a vederlo.

“Il malcapitato” cerca di dissuaderlo ma lui non sente ragioni, lo vuole sul palco!

Antonio Speranza, attore professionista di origine salernitane, si impossessa del microfono e ti “spara” una canzone neomelodica.

La nuova frontiera della vecchia sceneggiata è qui.

Pubblico letteralmente piegato in due dalle risate.

E’ finita? Macché!!!!!

Prima un duo da pelle d’oca con la Bassi (Rusella Mia) poi a casa di un prete- siamo sul sagrato della chiesa di S. Margherita-  una poesia di Trilussa, poeta satirico romano, dal titolo “l’Uccelletto in Chiesa”.

Pensa bene di affidare il sonetto, pieno di doppi sensi, all’eleganza della sua “complice” Bassi che con estrema cura porta a compimento l’ardua missione.

Il finale è da incorniciare, una splendida ‘ A rumba de scugnizzi, le voci di entrambi si fondono dipingendo una tela intrisa di colori tenui, delicati, sullo sfondo di una serata fantastica fatta di sentimento, arte, amicizia e affetto.

Un teatro povero dove sono poveri anche i sentimenti.

Il vivianeo ha trionfato anche a Salerno: è lui l’emulo di Viviani!

Splendida artista Gaia Bassi, bravi musicisti Antonio Palomba e Salvatore Cardone.

Trionfo meritato e certificato dagli applausi convinti di un pubblico che ha risposto alla grande riempendo tutte le serate della rassegna.

Presenti alla serata l’Assessore al Bilancio Roberto De Luca e il consigliere Nico Mazzeo.

Il segnale è chiaro. Questa parte della città ha sete di cultura, aggregazione, di grandi eventi.

La rassegna giunta alla seconda edizione vuole crescere e si candida a diventare parte integrante degli eventi cittadini.

Il progetto teatro di 90 posti va realizzato al più presto per non disperdere il patrimonio messo insieme in questi anni con duro lavoro.

Un progetto che vuole dare vita ad un vero e proprio polo per la formazione e la didattica teatrale e delle arti in genere

Il Laboratorio Teatro S. Margherita è necessario per completare la rinascita socio culturale del quartiere che è uno dei più popolosi di Salerno.

Investire in cultura paga.

Questi sono   anche produttivi, a volte, più degli investimenti classici sia in termini economici che sociali.

Una citazione su tante, in chiusura, quella del nostro Leo De Berardinis”…non si può bleffare se c’è una civiltà teatrale, il teatro è una grande forza civile, il teatro toglie la vigliaccheria del vivere, la paura del diverso, dell’altro, dell’ignoto, della vita e della morte…”

GRAN FOLLA PER SANTA MARGHERITA DEI CARAIBI

CONTINUA CON SUCCESSO LA RASSEGNA NEL POPOLOSO RIONE DI SALERNO.

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

Serata caraibica ieri nell’ambito della II Rassegna Estiva Santa Margherita Arte e Teatro.

La Starlight Dance Salerno del maestro Mimmo Borgo ha trasformato l’arena sagrato, location dell’evento,  in una pista dance e tutti hanno voluto provare l’ebrezza del ballo sotto le stelle.

Intorno il profumo dei prodotti tipici preparati dall’Azienda Agricola Carbone attiravano le attenzioni di chi preferiva far “ballare” la bocca per degustare le specialità in bella mostra.

La kermesse continua domani 17 luglio con “Sing and Dance with us!!!” cab-spettacolo in lingua inglese, martedì 18 luglio sarà la volta di Saremo Alberi con lo spettacolo di narrazione “I Quattro Giganti”.

Gran finale mercoledì 19 Luglio con Ernesto Lama e Gaia Bassi, artisti della compagnia di Massimo Ranieri, in un divertente collage di pezzi esilaranti dal titolo “Prova ad A…Mare”.

Gli spettacoli inizieranno alle ore 21.00.

Nel corso della serata saranno assegnati i premi S. Margherita Arte e Teatro.