Archivi tag: santa margherita

INAGURAZIONE del TEATRO S. MARGHERITA

Debutto della Compagnia Teatrando Teatro a Salerno presso il Laboratorio Teatro S. Margherita in Via F. D’Allora, a Pastena.

Nel popoloso quartiere  il Comune di Salerno ha voluto fermamente la nascita di  un nuovo polo culturale al servizio della zona orientale e della intera città.

Dal 19 Marzo la Compagnia presenta lo spettacolo  “26 a’ farmacia e 4 o’ teatro” da un’ idea comica di Lello Casella, organizzato dall’Associazione “SimonCirteatroragazzi” che opera nel quartiere da oltre cinque anni.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Protagonista l’attrice cantante Gaia Bassi di recente in Compagnia con Massimo Ranieri  nello spettacolo “Teatro del Porto” di scena anche al Teatro Verdi di Salerno, ma anche di  C’era una volta ….scugnizzi” di Enrico Vaime e Claudio Mattone con Sal Da Vinci, Signori in Carrozza con Giovanni Esposito e Ernesto Lama  per la regia di Paolo Sassanelli, Riccardo III  protagonista femminile nel ruolo di Lady Anna con la regia di Massimo Ranieri, Viviani Varietà con la regia di Maurizio Scaparro, Italiano di Napoli protagonista femminile con la regia di Alessandro Siani, con Sal Da Vinci. Interprete di fiction TV  di successo ( Un posto al Sole, La Nuova Squadra 2, Baciati dall’Amore). Sul palco con lei  Lello Casella, Sabrina Tortorella, Francesco Ferrara, Vincenzo Citro, Enzo Melillo, Eva Autuori, Rossella Chiarello, Maria Luisa Pirri.

Grafica, montaggio digital-audo-video Ciro Casella. Idea scenica di Sabrina Tortorella Scenotecnica Enzo Citro, Mario d’Amato.

Lo spettacolo vedrà la partecipazione dei professionisti Paolo Molinari alla chitarra e di Ugo Rodolico alle percussioni. Le coreografie saranno a cura della New Space Dance  diretta dall’artista Francesco Boccia, ballerino e maitre de ballett salernitano.

Un cast tutto locale a dimostrazione della grande creatività intrisa nel panorama artistico della città. La trama molto semplice narra delle vicessitudini di Ninì fidanzata prima e moglie poi che smania dalla voglia di esprimere la sua “verve artistica”. Nel teatro di quartiere recita il marito Arturo che non si avvede “pè gelusia o pè chissà che cosa” dell’enorme talento della moglie. Ninì ,suo malgrado, è soffocata, imprigionata in una vita da casalinga, repressa, ma Celeste, proprietaria del teatro, intuisce che quella donna è un talento emergente.

Lo spettacolo è grottesco, surreale, scandito da ritmi incessanti, ricco di spunti comici, doppi sensi, musica, danza, che serviti “fumanti” portano il pubblico in un estasi esilarante di risate e di applausi.

Il risultato è garantito. Uno spettacolo semplice, pulito, che si lascia godere fino alla fine.

Il teatro è semplicità, amore, trasmettere al pubblico il proprio stato d’animo un  “teatro povero dove sono poveri anche i sentimenti”. Siamo  per la felicità a teatro, per la pura evasione, per la semplicità dei gesti e per la “povertà” intesa nell’accezione più nobile  del significato. Il nostro dialetto, la nostra tradizione, la nostra spontaneità, la nostra felicità.

A Voi non resta che affollare il Laboratorio Teatro Santa Margherita che si avvia a proporre un cartellone, anche per i prossimi mesi, nel segno della comicità e dell’arte “Povera”: Cà se ride!!!!…. Sicuro!!!

Spettacoli: il 19 marzo 2019 serata di Gala, 22 e 23 marzo serate di beneficenza per il costruendo Centro Pastorale della Comunità di S. Margherita.

La programmazione proseguirà, vista la grande richiesta, nei fine settimana, con il seguente calendario: 24, 30, 31 marzo 2019, 6, 13 e 14 aprile feriali alle 21.00 festivi alle 19.15.

“Prova ad A…mare” fa il pieno alla seconda Rassegna Estiva S. Margherita Arte e Teatro

Ernesto Lama, mattatore nella serata finale con Gaia Bassi.

Premio S. Margherita Arte e Teatro a Ernesto Lama, Don Sabatino Naddeo, Ciro Casella e Pasquale Capozzoli.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Pubblico delle grandi occasioni sul giardino sagrato della chiesa di S. Margherita a Salerno, dove Ernesto Lama e Gaia Bassi, con l’aiuto musicale di Aniello Palomba alla chitarra e Salvatore Cardona al piano, hanno letteralmente entusiasmato con il loro spettacolo Prova ad A….mare.

Poesie, canzoni, frammenti del teatro di Viviani.

Viviani è la strada: le gioie, i dolori, i colori dell’anima.

La verità, la miseria, l’ingiustizia, marchiò le sue sceneggiature con una lingua scarna, aspra, tagliente, ben lontana da quello stile che faceva del teatro colto un’esclusiva delle classi più agiate, riuscendo perciò a coniugare contenuti molto profondi ad una possibilità di fruibilità da parte di tutti, anche attraverso la previsione di vari livelli di interpretazione delle opere.

Lama è grande cultore dell’artista stabiese.  Si vede che è a suo agio nel raccontarlo e nel rappresentarlo ma la sua forza sta nell’affrontarlo come se non lo conoscesse.

Sa che nel teatro di Viviani trova di tutto.

Inizia con ‘O scugnizzo ‘ che è stato anche l’esordio di Viviani.

Il repertorio continua con un ritmo e una grinta impressionante. Una macchina da guerra.

Cammina spedito ma rispettoso, umile.

Porta allo scoperto le emozioni e i sentimenti.

Spettacolo improvvisato quasi una prova con il pubblico.

Ha in mano la tavolozza e come un pittore sceglie, amalgama, sperimenta i colori giusti ora tenui, ora accesi.

Istrionico, ironico, sarcastico, provocatore.

Con lui in scena l’attrice Gaia Bassi che lo asseconda con grazia, eleganza, cuore, anima, ammirazione.

La voce calda di lei, avvolgente, accarezza il numeroso pubblico presente, circa cinquecento persone, che partecipa con grande entusiasmo. Lama si esalta, lo cattura trascinandolo in un vortice di emozioni.

Non mancano gli applausi a scena aperta.

Lui ha i suoi amici, la sua Gaia, il suo chitarrista Aniello Palomba.

Il trio delle meraviglie è in scena a S. Margherita, ma sente che manca qualcosa: e allora?  Trova tra il pubblico il pezzo “arrangiato ” che mancava: il pianista Cardone, componendo cosi l’ennesimo quadro!

Una tela intrigante, viva, palpitante…Si respira l’arte pura!

Per un artista, l’arte è una necessità che non si può manipolare.

Momenti esilaranti, coinvolgenti, un pubblico in visibilio che li applaude a ripetizione.

Lama prende a pretesto ” I Guappi” e porta Viviani a vivere i giorni nostri.

Lo cala nella nuova realtà, nella nuova frontiera della napoletanità: “i neomelodici.”

Arguto e frizzante si impossessa del tema, spara anatemi.

Analizza i versi di queste “arie” new age.

Cerca di spiegare i significati dei testi e come “cultore ” della materia pensa al testimonial chiamando dalla platea un suo amico che è venuto a vederlo.

“Il malcapitato” cerca di dissuaderlo ma lui non sente ragioni, lo vuole sul palco!

Antonio Speranza, attore professionista di origine salernitane, si impossessa del microfono e ti “spara” una canzone neomelodica.

La nuova frontiera della vecchia sceneggiata è qui.

Pubblico letteralmente piegato in due dalle risate.

E’ finita? Macché!!!!!

Prima un duo da pelle d’oca con la Bassi (Rusella Mia) poi a casa di un prete- siamo sul sagrato della chiesa di S. Margherita-  una poesia di Trilussa, poeta satirico romano, dal titolo “l’Uccelletto in Chiesa”.

Pensa bene di affidare il sonetto, pieno di doppi sensi, all’eleganza della sua “complice” Bassi che con estrema cura porta a compimento l’ardua missione.

Il finale è da incorniciare, una splendida ‘ A rumba de scugnizzi, le voci di entrambi si fondono dipingendo una tela intrisa di colori tenui, delicati, sullo sfondo di una serata fantastica fatta di sentimento, arte, amicizia e affetto.

Un teatro povero dove sono poveri anche i sentimenti.

Il vivianeo ha trionfato anche a Salerno: è lui l’emulo di Viviani!

Splendida artista Gaia Bassi, bravi musicisti Antonio Palomba e Salvatore Cardone.

Trionfo meritato e certificato dagli applausi convinti di un pubblico che ha risposto alla grande riempendo tutte le serate della rassegna.

Presenti alla serata l’Assessore al Bilancio Roberto De Luca e il consigliere Nico Mazzeo.

Il segnale è chiaro. Questa parte della città ha sete di cultura, aggregazione, di grandi eventi.

La rassegna giunta alla seconda edizione vuole crescere e si candida a diventare parte integrante degli eventi cittadini.

Il progetto teatro di 90 posti va realizzato al più presto per non disperdere il patrimonio messo insieme in questi anni con duro lavoro.

Un progetto che vuole dare vita ad un vero e proprio polo per la formazione e la didattica teatrale e delle arti in genere

Il Laboratorio Teatro S. Margherita è necessario per completare la rinascita socio culturale del quartiere che è uno dei più popolosi di Salerno.

Investire in cultura paga.

Questi sono   anche produttivi, a volte, più degli investimenti classici sia in termini economici che sociali.

Una citazione su tante, in chiusura, quella del nostro Leo De Berardinis”…non si può bleffare se c’è una civiltà teatrale, il teatro è una grande forza civile, il teatro toglie la vigliaccheria del vivere, la paura del diverso, dell’altro, dell’ignoto, della vita e della morte…”

GAIA BASSI INAUGURA LA RASSEGNA DI SANTA MARGHERITA

Premio Santa Margherita Arte e Teatro a Gaia Bassi, Vicente Barra, Paolo Molinari e Giancarlo Bassi.

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

Grande successo di pubblico ieri per la prima sera della Rassegna Santa Margherita Arte e Teatro.

Protagonista assoluta Gaia Bassi, accompagnata alla chitarra da Paolo Molinari e alle percussioni da Giancarlo Bassi.

L’attrice ha letto brani del libro di Vicente Barra “Salerno… perché non è Compostela…”.

L’artista ha sfoggiato il meglio del suo repertorio e ha mandato in visibilio il pubblico. Magistrali interpretazioni tutto cuore e anima. Una voce che accarezza ed emoziona.

Il pubblico l’ha applaudita a lungo in un finale tutto ritmo con uno scatenato Giancarlo Bassi alle percussioni e l’ottimo chitarrista Paolo Molinari.

In scena con loro l’attrice salernitana Sabrina Tortorella tutto sorriso e anima che insieme a Lello Casella e Roberta Manzo hanno completato il cast artistico.

Prezioso l’intervento di Don Sabatino Naddeo, parroco di Santa Margherita, che ha arricchito l’evento ricordando la sacralità e spiritualità della figura di San Matteo.

Una serata di cultura musica e grande sensibilità.

Questa sera alle ore 21.00 sarà la volta della Compagnia “Teatrando Teatro” con lo spettacolo comico “E’ Miracòl e’ Santa Margherita”.

 

“Salerno… perché non è Compostela…”

Sabrina Tortorella e Gaia Bassi
Gaia Bassi e Sabrina Tortorella

Stasera alle ore 21.00 primo appuntamento della II Rassegna Estiva Santa Margherita Arte e Teatro con Gaia Bassi in Reading d’Autore  “Salerno… perché non è Compostela…” di Vicente Barra.

L’attrice sarà accompagnata alla chitarra da Paolo Molinari ed alle percussioni da Giancarlo Bassi. Completano il cast artistico Lello Casella e Sabrina Tortorella.

Un racconto coinvolgente su Salerno e San Matteo.

Voce, anima e musica saranno le caratteristiche dello spettacolo che si terrà sul sagrato della chiesa di Santa Margherita.

Gaia Bassi e Ernesto Lama a Salerno

Ospiti della II Rassegna Estiva Santa Margherita Arte e Teatro

Rassegna 1 ok-001 (10)

E’ iniziata il 4 Luglio u.s. la seconda edizione della rassegna estiva “Santa Margherita Arte e Teatro”. La rassegna vede quest’anno la prestigiosa partecipazione di Gaia Bassi ed Ernesto Lama, attori che da poco hanno terminato il tour dei maggiori teatri nazionali con Massimo Ranieri nello spettacolo “Teatro del Porto” di scena anche al Teatro Verdi di Salerno.

L’attrice Gaia Bassi sarà impegnata nella serata del 13 Luglio con Reading d’Autore “Salerno… perchè non è Compostela…” di Vicente Barra, scrittore salernitano che con questo libro completa la trilogia dedicata alla nostra città ed al suo Santo protettore San Matteo. La poliedrica attrice sarà affiancata dagli attori salernitani Lello Casella, Sabrina Tortorella e dalle professionalità di Paolo Molinari alla chitarra e Giancarlo Bassi alle percussioni.

Altro appuntamento di rilievo il 14 Luglio con lo spettacolo comico “E’ Miracòl e’ Santa Margherita” con il gruppo “Teatrando Teatro” del Laboratorio Teatro Santa Margherita.

Il 15 Luglio grande serata di ballo latino-americano curata dal Maestro Mimmo Borgo della “Starlight Dance Salerno”, con il DJ Ernesto El Chegue.

La narrazione sarà protagonista nella serata del 18 Luglio con lo spettacolo “I Quattro Giganti” dell’Associazione “Saremo Alberi”.

Gran finale il 19 Luglio con la prima nazionale di “Prova ad A…mare” esilaranti pieces teatrali con Gaia Bassi ed Ernesto Lama. I due bravissimi attori e cantanti saranno accompagnati alla chitarra da Aniello Palomba.

La location della manifestazione è collocata nel meraviglioso scenario del sagrato della chiesa di Santa Margherita.

Gli spettacoli inizieranno alle ore 21.00.

La direzione artistica della rassegna è affidata a Lello Casella e Sabrina Tortorella.